Home
A
B
C
D - E
F
G
H- I- L
M
N - O
P
Q - R
S
T - U
V -K - Z -

                            INTERVISTE   ROMANE

                            (e non solo romane)

Il premio Simpatia 2015

Autismo: intervista a Maria Ludovica Semeraro 

Autismo: intervista a Christina Caflisch (l'autismo si può sfidare)

 

Roma: 27 maggio 2015. Premio Simpatia

contatti rossallegri@tin.it  oppure info@intervisteromane.net   

Chi sono?

Mi chiamo Gianfranco Gramola, sono di Mezzolombardo (TN) ma da alcuni anni  vivo a Molveno, un piccolo paese all’ombra delle Dolomiti.

Come ho iniziato a fare interviste?

Ho iniziato appena  finito il servizio militare, che ho fatto a Bracciano, cittadina vicino Roma. Appunto in tale periodo mi sono appassionato a Roma, alla sua storia, al suo dialetto e alle sue tradizioni. Con Roma è stato il classico "colpo di fulmine". Ho iniziato a leggere periodici che in qualche maniera avevano a che fare con la Capitale ed è stato proprio con uno di questi che ho incominciato a collaborare. Si chiamava "Rugantino". All’inizio ho scritto delle barzellette dialettali e poi ho proseguito con  delle ricerche riguardanti cose romane. Contemporaneamente mi sono appassionato anche di cinema, di teatro e di Tv e allora, per posta, ho iniziato a mandare delle brevi interviste a personaggi romani come Mario Scaccia (attore teatrale), Mario Verdone (papà dell'attore  Carlo),  Paolo Panelli, Nino Manfredi, ecc… Attualmente collaboro con Voce Romana, mensile culturale onlus e con Trentino Mese.

Come sono impostate le mie interviste?

Sono domande un po’ schematiche che riguardano il rapporto dei Vip con Roma e  poi alcune domande biografiche e professionali, il tutto condito da alcune curiosità. Adesso che collaboro con Trentino Mese (www.trentinomese.it), le mie interviste chiaramente parlano anche del Trentino.

C’è stato qualche Vip che non ha accettato una mia intervista?

Si! Vittorio Gassman. Mi disse al telefono che non se la sentiva e siccome sapevo che aveva dei periodi di forte depressione, per rispetto verso questo grande artista e soprattutto verso l'essere umano, non ho voluto insistere. Altro rifiuto è stato quello di Romina Power, che ho contattato più volte via e-mail e dal vivo nella sua casetta di via della Pelliccia, nel cuore di Trastevere. Ma il mio motto è:"Finché  c'è vita, c'è speranza". E alla fine ce l'ho fatta. Ho avuto il piacere di intervistarla.

Come vengono fatte le mie interviste?

Tantissime le ho fatte per telefono. Molte attraverso la posta elettronica. Alcune via fax e altre dal vivo. Di quest’ultime ricordo con piacere quella fatta a Gigi Proietti, a casa sua, sulla via Cassia. Anche quella al regista Gigi Magni, a Venezia mi ha lasciato un bel ricordo, come quella a Pippo Baudo, nel bar sotto casa sua. Simpatica quella a Carlo Delle Piane nel bar Rosati in piazza del Popolo e a Giorgio Bracardi e Alessandra Canale in via della Croce. Ricordo con piacere l’incontro con Luciano De Crescenzo, a due passi dal Colosseo e quello con lo scrittore e sceneggiatore di tanti bei film brillanti Enrico Vanzina, nel suo ufficio ai Parioli. L’incontro con Roberto Gervaso e quello con Monica Bellucci sono stati stupendi, come quello con Carmen Llera, vedova Moravia, nella sua libreria di via Botteghe Oscure e quello con Michele Mirabella, in un mercatino di antichità, proprio nel centro di Roma. Ricordo la grande disponibilità di Ivana Spagna e di Stefano D'Orazio (batterista dei Pooh), l'intervista telegrafica via fax del Senatore a vita Giulio Andreotti e l'incontro con Michelle Hunziker (dal vivo è ancora più simpatica e bella). L'incontro con Ezio Greggio è stato esilarante (è un mattacchione). 

Incontrare i personaggi dal vivo è stato emozionante?

E' stata una grande emozione  incontrare questi personaggi che sembrano irraggiungibili e che poi in realtà sono persone come noi, con tutti i loro pregi e difetti, le loro ansie e i loro problemi quotidiani. 

C’è un’intervista in particolare che mi ha emozionato maggiormente?

Sicuramente quella con il mitico Alberto Sordi. Era di domenica. Ho avuto il suo numero di telefono da un regista. Telefonai a mezzogiorno e lui gentilmente mi rispose che a quell’ora non aveva tempo, perché stava andando al mare a mangiare il cocomero. Mi disse di telefonare la sera verso le otto. Puntuale telefonai e lui rispose cortesemente alle mie domande. Fu una grande emozione. Anche quella con Pieraccioni è stata carina ed inaspettata. Gli ho spedito un fax nel residence dove stava e la sera stessa mi ha telefonato. Anche l'intervista a Carlo Verdone è stata una grande emozione. 

Ci sono dei Vip che vorrei intervistare ma che sono degli "ossi duri"?

Come no! Due in particolare: uno è il premio Oscar e Cavaliere di Gran Croce Roberto Benigni. L'altro è Carlo Verdone. Anche Fiorello è un osso duro, perché è molto impegnato, però ho contatti con tanti altri personaggi, come  Paola Cortellesi, Martina Colombari, Elena Santarelli, Mara Carfagna, Fiordaliso, Paolo Limiti, il cantante Nek, Riccardo Scamarcio, Francesco Totti, Maria Grazia Cucinotta, Renato Zero.

Se ho ricevuto dei premi per il mio impegno culturale?

Si! Il 27 maggio del 2015 ho ricevuto il premio Simpatia in Campidoglio. Insieme a me hanno ricevuto l'Oscar Capitolino Carolina Kostner, Milly Carlucci, Vincenzo Salemme, Maurizio Mattioli, Claudia Cerasa (direttore del Foglio), Saverio Costanzo, Carmen Consoli, Claudia Pandolfi, Dino Zoff e tantissimi altri personaggi. E' stata una grandissima emozione.

Volete sapere la motivazione?

Gianfranco Gramola è un personaggio alquanto curioso, è trentino e ha un amore sviscerato per Roma. Appena può si trascina dietro la famiglia e piomba giù nella Capitale per ammirare le bellezze di Roma. A tempo perso fa il giornalista e lo fa con grande impegno. Ha intervistato con garbo e acume centinaia di personaggi famosi  della nostra città, mettendo insieme un vero e proprio tesoro giornalistico. Oggi, il suo amore per Roma e per i romani viene contraccambiato da Roma e dai romani con il Premio Simpatia. 

Perché nel dicembre del 2005 ho voluto aprire un sito con le mie interviste?

Per due motivi base. Primo, per fare un omaggio a Roma, a questa bellissima città che mi ha accolto a braccia aperte fin dall'inizio e lo fa ogni volta che la raggiungo. Una città che mi ha regalato tante emozioni. Il secondo motivo è che desidero far conoscere anche ad altri questa passione che per me ha un gran valore affettivo e perché no, anche umano, poiché mi ha portato a comunicare con tanti personaggi illustri che altrimenti non avrei mai conosciuto. Colgo l’occasione per ringraziare tutti per la grande disponibilità dimostratami, sia dai Vip che dai  loro collaboratori, dagli uffici stampa della Rai e di Mediaset e quanti mi hanno aiutato a realizzare questo progetto.

Buona lettura ! Gianfranco

Nb: Questo è un sito libero e soprattutto senza fini di lucro.     

Ultime interviste inserite: Adriana Volpe - Maurizio Costanzo - Antonello Venditti - Luca Barbarossa - Vittorio Sgarbi - Carolina Kostner - Claudia Cardinale - Carlo Verdone - Maria Rosaria Omaggio - Beatrice Fazi - Daniela Poggi - Michela Andreozzi - Corrado Augias - Luca Barbareschi - Giovanni Baglioni - Giampiero Mughini - Gabriella Carlucci - Paolo Graldi - Giulia Bevilacqua - Dino Zoff - Denis Franceschini - Sabrina Scampini - Alessandro Ticozzi - Franca Giansoldati - Eliana Miglio - Nadia Visintainer - Janet De Nardis - Donatello - Francesca Sanapo - Jalisse - Michele (cantante) - Diana Del Bufalo - Elisabetta Ferracini - Giulia Di Quilio - Alda D'Eusanio - Goran Kuzminac - Luca Bonaffini - Karen Rubin.

 

Gianfranco con Nino Manfredi

Gianfranco con Michelle Hunziker

Gianfranco con Enrico Vanzina

Gianfranco con Maurizio Costanzo (4 ott. 2013)

Gianfranco con Marco Melandri

Gianfranco con Adriana Volpe (ott. 2013) all'edicola dei "Fatti Vostri" 

Gianfranco con Ale e Franz

Gianfranco con Maurizio Nichetti

Gianfranco con Enrico Vanzina ( Roma, settembre 2012)

Gianfranco con Giancarlo Magalli, Marcello Cirillo e il maestro Demo Morselli (ott. 2013)

Gianfranco con Cristiano Militello di "Striscia la notizia"