Alessia Mancini (showgirl e attrice)     Roma 17.10.2011

                            Intervista di Gianfranco Gramola

Da “Non è la Rai” a “Striscia la notizia”: la storia di una bella ragazza dei Castelli Romani, con il pallino dell’imprenditrice, ma come stacca dal lavoro, si trasforma nella mamma più dolce del mondo.

 

Il sito del suo Wedding Planner è www.rsvoweb.it  (Répondez, S’il Vous Plaît) e i suoi uffici si trovano a Grottaferrata (Roma) in via Cicerone, 14 

Alessia Mancini è nata a Marino, il 25 giugno del 1978, però ha vissuto l’infanzia a Genzano di Roma. Debutta in TV nel 1994 nel programma “Non è la Rai” di Gianni Boncompagni dove canta (doppiata). In questo programma le venne dato il soprannome "La bruttina", per scherzare sulla sua evidente bellezza. Nell'edizione 1997/1998 è stata, insieme a Marina Graziani, velina di “Striscia la notizia”, dove viene confermata anche per l'edizione 1998/1999 ma a causa di alcuni problemi di salute è costretta a rinunciare.  In questi anni partecipa anche alla trasmissione celebrativa dei 10 anni di Striscia la notizia “Doppio Lustro”. Di questo periodo è anche il ritratto "Madonna degli Enigmi", per lei elaborato da Norman Zoia, poeta e artista interdisciplinare (a fare da trait d'union sono la M&D Italia e l'agente Massimo Licinio). Il ritorno in TV avviene nel gennaio 1999, anno in cui affianca Gerry Scotti nel programma di Canale 5, “Passaparola”, nel ruolo di spalla del conduttore, a metà strada tra ballerina e valletta.  Nell'estate del 2000, sempre insieme a Gerry Scotti, conduce “Un disco per l’estate”,  mentre la stagione successiva è confermata al fianco di Scotti in Passaparola.   Nell'estate del 2001 è co-conduttrice di  “Facce da quiz”, show di Canale 5, insieme a Gigi Sabati e Ellen Hidding. Nello stesso anno incide anche il suo primo ed unico singolo, “Angel Bahia”. Inoltre è protagonista della miniserie tv “Gian Burrasca”,  dove interpreta Ada, sorella maggiore del pestifero protagonista, ed entra a far parte del cast della trasmissione di Rai2, “In famiglia”. Nell'estate dello stesso anno conduce su Italia 1 la seconda edizione del programma “Bande sonore”.  Nel 2003 fa parte del cast della miniserie tv di Rai2, “Tutti i sogni del mondo”, insieme a Serena Autieri ed Eleonora Di Miele. Dopo un periodo passato a condurre le televendite all'interno di Verissimo, nel 2005 partecipa al reality show “La talpa”, dove viene eliminata dopo poche settimane. Grazie alla popolarità riacquistata, nel 2006 e 2007 è inviata nella trasmissione di Rete4, “Stranamore”; nello stesso periodo è anche testimonial, insieme al marito Flavio Montrucchio, di “Fairy Active Caps”. Nell’estate del 2006, insieme a Gaia De Laurentis, conduce alcune televendite all'interno del telefilm Everwood, ed anche, all'interno di Buona Domenica (2006/2207) e della fascia quotidiana del Grande Fratello. Nella stagione 2007/2008 conduce alcune telepromozioni su Canale 5, all'interno della soap opera Centovetrine,  con Wilma De Angelis. Nel 2007 debutta nel cinema con il film “Natale in crociera”. Nel 2008 recita in un episodio della serie tv di Rai1 “Don Matteo 6”, con Terence Hill. Dal 2011 conduce Wedding Planners su Real Time.

Televisione

Non è la Rai (1994-1995) – Striscia la notizia (1997-1998) - Doppio lustro (1998) – Passaparola (1999-2001) – Un disco per l’estate (2000) – Facce da quiz (2001) – In famiglia (2002-2003) – Bande sonore (2002) – La talpa (2005) - Stranamore (2006-2007) – Telethon (2007) – Tendenze casa (2009) – Wedding Planners (Dal 2011)

Filmografia

Gian Burrasca (2001) -   Tutti i sogni del mondo (2003) -  Natale in crociera (2007) – Don Matteo 6

Pubblicità

Fairy Active Caps – Auricchio e altre numerose televendite per le reti Mediaste.

Ha detto:

- Gigi Sabani era una persona squisita, molto dolce. Vista la sua distrazione, mi diceva sempre: “Sei tu la mia memoria”. Lo penso con molto affetto...

- Il mio lavoro è importante, ma non rappresenta l’unico obiettivo. Sono sempre stata  legata ai valori che contano e alla famiglia.

- La bellezza è un grande dono, essenziale se si vuole seguire questa strada. Per quanto riguarda il successo, spero duri il più possibile. Intanto, sono come una formichina, metto da parte guadagni e gratificazioni.

- Sono una persona positiva, appunto, che riesce a cogliere l’aspetto migliore in ogni situazione.

Curiosità

- Ama viaggiare ed è un'appassionata di fotografia, di pittura e di chitarra e inoltre pratica vari sport, tra cui il nuoto, e la danza classica e moderna.

- L’11 ottobre del 2003 ha sposato Flavio Montrucchio, vincitore della seconda edizione del Grande Fratello, insieme al quale ha avuto una bambina, di nome Mya, il 10 aprile 2008.

Intervista

Com’è iniziato il tuo percorso artistico, Alessia?

Io frequentavo la scuola di danza classica e quell’anno c’erano i provini di “Non è la Rai”, il nostro insegnante ce lo disse, invitando noi ragazze a provare. Io ci andai e poi mi presero. E’ nato tutto da lì.

Il mondo dello spettacolo era come te lo immaginavi o ti ha un po’ deluso?

Sinceramente io non me lo immaginavo proprio (risata). Vabbè, come tante mie amiche guardavo in televisione la Cuccarini, la Parisi piuttosto che altri programmi, però sempre con gli occhi di bambina. Non pensavo assolutamente di approdare a questo tipo di esperienza.

Hai mai pensato ad un nome d’arte?

No! Perché è questa la mia identità.

I tuoi genitori che futuro sognavano per te?

Forse quello che sognavo anch’io, cioè da medico, avvocato o perché no, architetto, che erano le mie passioni. Però anche se inizialmente mi hanno contrastata, adesso sono contenti e sereni della scelta che ho intrapreso.

Di cosa si occupano i tuoi genitori?

Mia mamma è casalinga e mio padre è nel campo dell’edilizia.

Il complimento più bello che hai ricevuto?

Sei più intelligente che bella.

Quando non lavori, quali sono i tuoi hobby?

Adesso, insieme alla mia amica Valentina, abbiamo intrapreso un’altra attività, cioè quella di Wedding Planner, quindi mi dedico a questo impegno e devo dire che assorbe molto del mio tempo. Quindi di tempo libero ne ho veramente poco e quel poco che ho, lo dedico a mia figlia.

Vuoi spiegare ai lettori, di cosa si occupa  la Wedding Planner?

Si occupa dell’organizzazione del matrimonio, dalla A alla Z. Dai preparativi, l’organizzazione, fino ad arrivare al giorno delle nozze e anche dopo. Ma non organizziamo solo matrimoni, ma anche addii al celibato, comunioni, cresime, compleanni, feste private, ecc… Grazie alla professionalità, alla creatività e alla continua ricerca delle ultime tendenze, saranno soddisfatte le aspettative e le esigenze sia di chi, preso dal proprio lavoro, non ha tempo di organizzare il proprio evento e sia di chi desidera ottimizzare i costi rispettando un budget ben definito. Ogni evento, che si tratti di una ricorrenza o di semplice svago, sarà costruito su misura, all'insegna del buon gusto, per regalare alla festa un tocco di classe ed originalità in più.

Il motto della Wedding Planner?

La vostra soddisfazione è il nostro traguardo, nonché il miglior biglietto da visita che possiamo desiderare.

Quali sono i tuoi progetti artistici, oltre alla tua nuova attività?

Sto curando soprattutto aspetti pubblicitari per il momento. Quindi pubblicità e la mia nuova attività che, come ti dicevo prima, assorbe molto del mio tempo.

Un tuo sogno nel cassetto?

Se le cose vanno come stanno andando fino ad adesso, mi sento una persona realizzata.

Tu sei nata ai Castelli Romani. Com’è il tuo rapporto con Roma?

Adesso ad esempio sono qui a Roma, proprio in centro. La città mi piace molto, anche se la vivo a piccole dosi più per svago che per lavoro. Forse viverla per lavoro è più stressante, perché è difficile mantenere tempistiche contenute, spostamenti e altro. E’ più semplice viverla nel tempo libero.

C’è un angolo di Roma che ami particolarmente?

Sicuramente il Palatino e gli studi televisivi che stanno proprio lì, in quella zona, dietro al Colosseo. Il Palatino ha colorato la mia adolescenza, perché tutti i giorni andavo lì, per quasi un anno ai tempi di “Non è la Rai”. Ed era divertente all’uscita, vedere tanti ragazzi che ti aspettavano che magari erano lì in attesa solamente per un autografo, vederci dal vivo o regalarci un pelouche. Quella zona me la ricordo con particolare affetto.

Come trovi i romani?

I romani sono belli così come sono (risata). Con i loro pregi e i loro difetti, anche se alle volte sono un po’ caciaroni, però sono persone con le quali si sta bene in compagnia, specialmente a tavola.

Che mi dici della cucina romana?

A me piace molto la cucina romana, ma anche quella in generale. Io poi vengo dai Castelli Romani, quindi il pane di Genzano, la porchetta di Ariccia, ecc… Mi ritengo una buongustaia.

Cucini bene?

Abbastanza. Diciamo che me la cavo abbastanza da non morire di fame (risata).

Frequento una trattoria in particolare?

A Roma ne frequento tante, quindi sceglierne una è difficile. Ai Castelli vado spesso accanto ai nostri uffici, alla “Taverna dello spuntino”, dove molti romani trovano ristoro. Vengono apposta dalla città, per gustare la cucina di Grottaferrata.