Evita Pozzi  (pornostar)       Roma 13.11.2011

                               Intervista di Gianfranco Gramola

Una donna ambiziosa, passionale e determinata che vive il successo come un privilegio

 

Il sito ufficiale della bella Evita è www.evitapozzi.it e la sua e-mail è evita@evitapozzi.com 

(Auto presentazione tratta dal sito)

Il mio nome è Evita Pozzi, sono romana d’adozione e adoro la città più bella del mondo, non potrei vivere in altro luogo. Sono passionale, elegante ma soprattutto ambiziosa e determinata… mi muovo alla ricerca della perfezione, sono un’esteta… fin da piccola mi facevo notare per le mie doti fisiche in primis e per la mia spiccata personalità creativa… sono sempre stata la prima della classe, i libri sono la mia più grande passione, ho sempre fatto di testa mia, andando contro ogni regola, oltre ogni limite. Conosco la mia forte carica erotica e per me l’affascinante mondo dell’hard rappresenta la possibilità di vivere un sano e curioso esibizionismo. Sono una nostalgica Gemelli, per me l’amore, nutrito dall’immaginazione, è la sola libertà del mondo. Un giorno per caso mi sono imbattuta in un grande uomo, Andy Casanova, direbbe Oscar Wilde:”Le cose vere della vita non si studiano né si imparano, ma si incontrano”. Ed eccomi qui, ora sono una pornostar…che altro dire? La mia sensualità mi piace trasmetterla con il sorriso e durante i miei spettacoli mi piace molto conquistare con lo sguardo e con il tatto. Non conosco amore impossibile. Amo i sogni di Shakespeare e le invenzioni mirabilissime di D’Annunzio, adoro l’universo Maschile, se incontro una persona speciale me ne prendo cura e la faccio sentire importante, non la lascio andare via, ne esistono troppo poche… perché non so ”amare” diversamente, a buon intenditor poche parole… direi… dove la vita mi conduce, devo andare.

Ha detto:

- Il fatto di trovarsi davanti ad una telecamera fa alzare ancora di più l’adrenalina. Condividi con chi è presente una situazione molto intima e ti dà un’emozione davvero indescrivibile. In più sono riuscita a sentirmi bene perché il mio approccio all’hard è stato diverso da tanti altri. Con Casanova, la troupe, l’attore e chi girava, c’è stata prima di tutto un’amicizia. Il resto è venuto quindi con massima spontaneità.

- Diciamo che, a differenza di quello che si possa pensare, sono molto tradizionalista. Quindi sono un’etero convinta che apprezza molto le persone eleganti, le situazioni di stile.

- Diciamo che l’approccio all’hard arriva proprio dagli spettacoli, perché adoro l’idea del pubblico che mi guarda e mi osserva. E’ una situazione che mi è sempre piaciuta.  Ho fatto “Madre natura”, mi piace variare tanto da aver indossato anche i panni di “Cat woman”. Insomma diciamo che in generale sono anche divertenti e cerco sempre di coinvolgere il pubblico”.

Intervista

Com’è nata la passione e la decisione di entrare nel mondo dell’hard?

La mia passione nasce dall'incontro tra fotografia e un grande regista, Andy Casanova quanto facevo la fotomodella a Roma. E’ stato lui a notarmi.

Ricordi il tuo debutto?

Si certo avvenuto per caso, doveva essere un provino ed é diventato il mio primo film... davvero una esperienza fantastica!

Quando è esploso il tuo talento?

Immediatamente direi...

Quali sono state le tue maestre?

Di sicuro l’immortale Moana Pozzi e il fenomeno Milly D'Abbraccio.

Com’è nato il tuo nome d’arte?

Mi é stato dato da Silvio Bandinelli, il produttore della grande casa cinematografica italiana Showtime, uomo di grande spessore che ha deciso di investire su di me...

Qual’è il tuo vero nome?

Evamaria.

Ma i tuoi genitori che futuro sognavano per te?

Da medico, ho studiato medicina per alcuni anni...

Che lavoro fanno i tuoi genitori?

Professionisti stimati...

Hai fratelli e sorelle?

Si, due.

Qual'è stato l’incontro che ti ha cambiato la vita?

L'incontro con Andy e il suo carisma naturalmente.

Qual'è stata la tua più gran soddisfazione in campo artistico?

Poter lasciare il segno ed essere stata scelta secondo questo progetto.

E delusione?

Solo alcune persone poco sincere che si sono poi allontanate da sole per fortuna.

Quali sono i pro e i contro della tua professione?

Tanti... i pregiudizi direi.

Un domani come vorresti essere ricordata?

Come una Donna con la D maiuscola.

Nel mondo dell’hard esistono i compromessi?

Si certo... Ma non sono di tipo sessuale.

Hai mai fatto delle scelte in cui dopo ti sei pentito?

No mai

Una collega con cui ti piacerebbe lavorare?

Valentina Canali per esempio...

Hai mai rifiutato di fare dei lavori o delle scene?

No mai.

Prima di entrare nell’hard, hai fatto qualche altro lavoro?

Certo! Per tanti anni ho lavorato come Hostess.

Cosa hai sacrificato per arrivare al successo?

Tanta vita sociale...

Oggi come oggi, qual è per te il vero lusso?

L’Amore forse...

A chi volesse intraprendere la carriera di pornostar, che consigli vorresti dare?

Di essere pronta a sfidare i tempi e la società...

Qual'è la chiave del tuo successo e come vivi il successo?

La chiave è essere me stessa...e vivo il successo come un privilegio, senza dubbio.

L’ultima volta che hai pianto e perché?

Per Amore...sono romantica?!

Quali erano i tuoi idoli da ragazza?

Demy Moore.

Quando non lavori, quali sono i tuoi hobby?

Girare il mondo.

Qual'è il tuo punto debole?

Sono molto molto sensibile.

Quando hai avuto la prima cotta? E l’ultima?

A 12 anni. L’ultima? Ora!!! Ahahah 

Sei gelosa?

Abbastanza.

Come reagisci ad un tradimento?

Male ad un tradimento sentimentale e sono vendicativa!!!

Qual'è il tuo motto?

Fai della tua vita un capolavoro.

Cosa non sopporti?

La ipocrisia...

Un capriccio che vorresti toglierti?

Una casetta a Miami.

La cosa più cattiva che hanno detto o scritto su di te?

Che sono più bella in foto e invece tutti ritengono il contrario...che buffo no?

Il complimento più bello che hai ricevuto?

Sei una donna elegante...e questo lo devo a mia madre.

La dichiarazione d’amore (lettera) più stramba, più divertente che hai ricevuto?

Non ricordo...troppo tempo fa?!?!?!

Hai fatto delle gaffes?

Certo. Avevo dimenticato di non dire il nome reale di una collega sul lavoro e ho continuato a chiamarla con il suo nome reale per tutto il tempo!!! 

Che rapporto hai con la Fede?

Buono direi.

Pensi spesso all’aldilà?

Si!

Chi porteresti con te su un’isola deserta?

Un uomo...di sicuro...molto dotato.

Cosa ne pensi della battaglia contro il fumo?

Penso bene. Non ho mai fumato e non mi piace. Ma sono gusti.

Ti ritieni fortunata?

Moltissimo.

Ho letto che leggi molto e che per te la cultura è importante. I tuoi scrittori preferiti?

Paulo Coelho e Brian Weiss al momento.

Ultimo libro letto?

Psicologia della personalità di Aldo Carotenuto.

Tatuaggi, piercing e chirurgia plastica. Cosa ne pensi?

Penso che sia un toccasana.

Hai mai pensato di scrivere un libro autobiografico?

Certo e lo sto facendo già.

Hai dei complessi?

No!

Hai un sogno nel cassetto?

Si avere tanti figli...

A chi vorresti dire grazie?

Alla mia famiglia...e a me stessa.

A chi vorresti dire scusa?

A nessuno per ora.

Quali sono i tuoi obiettivi e i tuoi progetti?

Lavorare bene negli USA e lì ho dei grandi progetti per questa estate (2011 ndr.). Diciamo che sono in partenza a brevissimo.

Parliamo di Roma. Quando ti sei stabilita?

Quando ero adolescente.

Quali sono state le tue abitazioni romane e attualmente in che zona di Roma vivi?

Vivo in centro da sempre.

Attualmente com’è il tuo rapporto con Roma?

Bellissimo. E’ la Città del mio cuore e lo sarà per sempre.

Com’è il tuo rapporto con la cucina romana?

La amo! Cosa ti piace? Tutto davvero...vado spesso da Nino in Via Borgognona.

C’è un angolino romano che ami particolarmente? 

Si! Il parco con il laghetto a forma di cuore a Tor di Quinto.

Cosa provi nel tornare a Roma dopo una lunga assenza?

Gioia infinita.

Cosa ti manca di Roma quando sei lontana per lavoro?

Mi manca l'aria di casa mia.

Come ti trovi in mezzo ai romani?

Sono molto eccitanti e molto...troppo chiacchieroni!!!

Qual'è il fascino di Roma, secondo te?

Essere eterna...come me?! Diciamo...

Cosa ti dà più fastidio di Roma o meglio esiste una Roma da buttare?

Roma é solo e tutta da vivere!!!

In quale Roma del passato ti sarebbe piaciuto vivere e nelle vesti di chi?

Mi sarebbe piaciuto essere nel teatro di Shakespeare...ci torno spesso in visita.

Nei momenti liberi in quale zona di Roma ami rifugiarti?

Nel mio parco di cui parlavo.

Un consiglio al sindaco per migliorare Roma?

Pulizia maggiore forse.

Un consiglio ai romani?

A Belli de casa...famose un bicchiere de vino!!! Ahahah

Se tu avessi la bacchetta magica, cosa faresti per Roma?

La farei splendere ogni notte sempre di più sempre più bella perché Roma é magica!!