Miriam Leone  (Miss Italia 2008)    Roma 21.6.2009

                       Intervista di Gianfranco Gramola

Una Miss dai capelli rossi

   

Per contattare Miriam Leone, la sua e-mail è  info@miriamleone.com  

Miriam Leone è nata a Catania il 14 aprile 1985 (sotto il segno dell’ariete) da papà Ignazio e da mamma Gabriella. Ha frequentato il Liceo Classico "Gulli e Pennisi" di Acireale. Reginetta - testimonial del Carnevale di Acireale, edizione 2008, ha partecipato a Miss Italia 2008 con il titolo di “Miss Prima dell'Anno 2008”, titolo acquisito durante il programma di Carlo Conti “L'anno che verrà”. Nel concorso Miss Italia 2008, dopo essere stata eliminata, è stata successivamente ripescata. La sua bellezza le ha consentito di aggiudicarsi, oltre alla fascia di Miss Italia 2008, anche il titolo “Miss Cinema”, al quale poi, per poter indossare la fascia di Miss Italia, ha rinunciato in favore della concorrente Valentina Mio. Dal 1 giugno 2009 conduce “Uno mattina estate”, in coppia con Arnaldo Colasanti (scrittore, docente di poesia italiana del 900, all’Università Tor Vergata di Roma), istituendo una sorta di primato: non era mai successo, infatti, che una Miss Italia, nell’anno della sua elezione e in possesso del titolo, venisse chiamata alla conduzione di un programma così impegnativo di Rai 1 per la durata di tre mesi.

Ha detto:

- Non accetto regali impegnativi, non li amo e mi mettono in imbarazzo. Ne ho già ricevuti e li ho subito restituiti.

- Sono devota alla Madonna: il mio nome, Miriam, è quello di Maria in ebraico. E’ una figura di purezza, di serenità. Un bellissimo simbolo per tutta l’umanità.

- Sono superstiziosa. Porto sempre con me un portafortuna: un baffo del mio gatto che tengo nel portafoglio.

- Conto molto sul mio talento e poi ho un contatto immediato con le persone. Bisogna sfatare il pregiudizio di donna bella senza cervello. Quando scendiamo in campo dimostriamo passione, dedizione esclusiva e spirito di sacrificio.

- Sono una spendacciona o meglio una bancomat emorragico.

Curiosità

- Il papà è professore (in pensione) di italiano, greco e latino al Liceo Classico e la mamma Gabriella è un impiegata del comune di Acicatena. Miriam ha un fratello più piccolo: Sergio che fa il musicista.

- La nuova Miss Italia 2008, col numero 97, è stata incoronata da Andy Garcia e Giancarlo Giannini, a Salsomaggiore Terme.

- Il suo modello è Audrey Hepburn, si è fatta tatuare un giglio rosso sotto il braccio, preferisce le melanzane alla parmigiana, il mare d’inverno e le gite sull’Etna.

- Con la vittoria di Miss Italia, ha vinto due regali offerti dagli sponsor: una Peugeot coupé e un collier di Miluna, inoltre è stata assicurata per un milione di euro, la polizza prevista per Miss Italia.

- La bella siciliana tiene un diario personale, inoltre scrive poesie. “ Prima o poi le pubblicherò, ma ora non mi va di svenderle”.

- Ha già avuto esperienze come speaker nella radio locale “Etna Espresso”, dove curava una rubrica di moda e una di consigli su come non perdere una donna. Inoltre amava fare le imitazioni. La sua preferita era quella del ministro Stefania Prestigiacomo.

- Miriam Leone è la prima miss Italia con capelli rossi.

Intervista

Ho appuntamento con la Miss in carica alle 7 di sera. Le telefono. E' appena scesa dall'aereo. "Sono appena rientrata da Bruxelles e adesso sono in macchina vicino a Roma". Miriam è socievole, simpatica, solare, divertente e ha una parlantina veloce e sicura. Dimenticavo... è felice per il suo nuovo lavoro che tutte le mattine, alle 6.45, le permette di entrare nelle case degli italiani. 

Un primo bilancio sull’esperienza di Uno mattina estate?

Per i bilanci è troppo presto. Questa è solamente la terza settimana che conduco la trasmissione. Io mi trovo molto bene nello studio. Ti posso dire il mio bilancio emotivo, cioè che sono molto felice di essere entrata nella squadra di Uno mattina che è una squadra di grandissimi professionisti che mi stanno insegnando tanto. La cosa positiva è che ho ripreso a studiare e ad imparare.

Ma i tuoi genitori che futuro sognano o sperano per te?

I genitori, in generale, sognano sempre la felicità dei propri figli. Quindi i miei genitori vedendomi felice, sono felici per me. Io non vedo l’ora do abbracciarli perché da quando ho iniziato il programma non li ho ancora visti.

Il complimento più bello che hai ricevuto?

Io i complimenti li detesto subito dopo averli ricevuti, perché non so mai se sono sinceri. Diciamo che non ci ripenso e non me li ricordo, però devo dire che ultimamente devo ringraziare tanti che hanno parlato bene di me e mi hanno sostenuto.

Hanno scritto qualcosa di cattivo, che ti ha dato fastidio?

Non l’ho sentito, non l’ho avvertito. E’ possibile, ma non lo so o non c’ho fatto caso.

Com’è la tua giornata tipo, adesso che lavori in Rai?

Mi sveglio alle quattro e mezzo, mi preparo, vado a Saxa Rubra, inizio trucco, parrucco, sartoria e alle 6.45 iniziano le 4 ore di diretta.

Questo dal lunedì al venerdì. E il sabato e la domenica?

Il sabato e la domenica dipende, perché spesso sono impegnata con Miss Italia, visto che in questo momento faccio due lavori.

Un tuo pregio e un tuo difetto?

L’onestà è sicuramente un mio pregio e un difetto potrebbe essere la mia testardaggine.

In futuro ti vedi come attrice o in qualche ruolo del mondo dello spettacolo?

No! Io ho smesso di parlare del futuro dopo tutto quello che mi è successo in quest’ultimo anno. Vado avanti giorno per giorno, sperando in tante belle sorprese, senza fare nessuna previsione.

Hai un sogno nel cassetto?

Si! Però il cassetto non lo aprirò mai (risata). Più avanti però posso cambiare idea.

Quando sei arrivata a Roma, come ricordi l’impatto?

Roma è una città molto morbida e accogliente, quindi con la Capitale è stato un impatto molto positivo. Appena arrivata qui, ho comprato subito una guida per andare a fare un po’ la turista nel tempo libero, perché Roma è piena di luoghi da scoprire. Trovo che è una città molto calda, molto mediterranea e la sento anche vicina al mio spirito.

Quando puoi, vivi la Roma by night?

Io che mi alzo alle quattro e mezza? (risata).

Pensavo il sabato sera.

Spesso lavoro anche il sabato sera, caro Gianfranco.

Con i romani, come ti sei trovata?

Devo dire che a Roma si hanno contatti con gente di tutta Italia. Io ho avuto dieci mesi da Miss Italia in cui ogni giorno ho cambiato città quindi ho la fortuna di avere un approccio positivo con le persone. Ci si ritrova subito come persone, quindi non ci si chiede neanche da che città venga e non ci sono delle differenze antropologiche. I romani che ho frequentato fanno parte degli studi televisivi e trovo che sono molto professionali e simpatici.

La cucina romana ti piace?

Si! La matriciana è stupenda, come lo è la pasta alla gricia. I carciofi li trovo meravigliosi.

In quale angolo di Roma vivi?

Questo non te lo posso dire, Gianfranco. Se vuoi ti dico la zona. Vivo vicino alla redazione di Uno mattina, quindi ho una casa che è al servizio del mio lavoro. Sto vivendo un momento veramente magico, caro Gianfranco e la mia vita in questo momento è totalmente dedicata a questa esperienza.