Denise Faro (cantante attrice e ballerina)   Roma 15.5.2010

                        Intervista di Gianfranco Gramola

Una ragazza gioiosa, positiva e intelligente, innamorata di Roma e soprattutto della vita

Il sito ufficiale dell’artista è www.denisefaro.com e per contattarla basta scrivere a info@denisefaro.com o a denisefaro@myspace.com

Denise Faro è nata a Roma il 2 agosto del 1988. Figlia d'arte, Denise mostra il suo interesse per la musica fin da piccolissima. All’età di 8 anni scrive già i suoi primi testi e negli stessi anni comincia gli studi di canto, recitazione e danza. La sua carriera teatrale ha inizio nel 2002 con il musical “Un sogno da vivere”, prosegue con “Audizione Musical” nel 2003, “Il vicolo” nel 2004, “Il prezzo del coraggio” nel 2005 e “Charly, altro che Beautiful!” nel 2006, fino ad arrivare sul palcoscenico dell'arena di Verona con l'opera popolare “Giulietta e Romeo” di Riccardo Cocciante e Pasquale Panella, dove ha interpretato la protagonista femminile. Nel marzo del 2008 debutta con il nuovo musical “High School Music – Lo spettacolo”, nel ruolo della protagonista Gabriella Montez, con la regia di Saverio Marconi. Nel 2009, nel ruolo delle due gemelle Sol e Belen, debutta con il musical “Il mondo di Patty – il Musical più bello”. In televisione fa la sua prima apparizione nel 2004 nella serie Tv “Un medico in famiglia”, per poi avere il suo battesimo televisivo nelle vesti di cantante nella trasmissione “I raccomandati”, condotta da Carlo Conti, duettando con Paolo Vallesi. Negli stessi anni partecipa a numerose spot pubblicitari Tim. Nel marzo 2008 è ospite a Sanremo, presentato da Pippo Baudo, con “High School Muysical – Lo spettacolo”. Il 2007 è l’anno del cinema, per Denise, perché la troviamo nel film “Come tu mi vuoi”, con Nicolas Vaporidis e Cristiana Capotondi. Dopo essersi classificata al primo posto nel concorso nazionale “Spazio aperto” nel 2002 con il gruppo “Le monelle”, nel 2006 viene scelta come unica rappresentante italiana al “Festival international de la cancion de benidorm”, trasmesso in mondovisione, con il suo padrino, la giovane promessa spagnola Sergio Rivero.

Curiosità

- I suoi genitori sono Morena Rosini e Daniel Faro, due componenti del complesso musicale dei Milk and Coffee.

- Nel 2009 ha inciso il singolo “I just wanna be with you”.

- Il suo motto è “Sognare è bello quindi perchè smettere?!”

Intervista

Com’è nata la passione per lo spettacolo, per la musica, per la recitazione? Chi te la ha trasmessa?

Credo che sia una cosa innata, un bisogno che nasce da dentro, una voglia irrefrenabile di trasmettere le mie emozioni attraverso l’arte.

Qual è stata la tua più gran soddisfazione nel campo artistico?

Beh, ho lavorato con le più grandi produzioni che ci sono in Italia ... ma la mia più grande soddisfazione è stata sicuramente la tourneé di "High school musical"… mi sono sentita soddisfatta a livello artistico e soprattutto a livello personale perché ho potuto vedere i sorrisi di migliaia di bambini felici che vivevano con me la magia del teatro rendendolo ancora più speciale.

E delusione?

Non ho avuto particolari delusioni, ho capito come funziona questo mondo e mi lascio scivolare addosso tutto, traendo il positivo da ogni situazione.

Hai mai pensato ad un nome d’arte

Sinceramente no, adoro il mio nome e credo che sia perfetto anche come nome d’arte…

Hai mai rifiutato di fare dei lavori? Se si, perché?

Si! Mi è capitato, ovviamente i lavori che vengono proposti ad una ragazza di 20 anni sono molti e i più disparati. Ci vuole intelligenza e se deve scegliere un percorso da seguire, io credo che sia meglio fare il cameriere per qualche mese se ce n’è bisogno piuttosto che svalutare la propria arte solo per soldi. Io sono stata molto fortunata perché non ho mai smesso di lavorare negli ultimi 4 anni e mi sono potuta permettere di rifiutare dei lavori senza problemi.

La popolarità crea più vantaggi o fastidi?

Entrambi, nel senso che è bello avere tanta gente che ti apprezza, ti ammira, ti prende come esempio e allo stesso tempo delle volte però è invadente, non si rende conto dei limiti che sta oltrepassando… per quel che mi riguarda comunque sono sicuramente molti di più gli aspetti positivi!

Cosa hai sacrificato per arrivare al successo?

Ma, secondo me, per arrivare al successo devo ancora fare molta strada, diciamo che per arrivare dove sono ora ho rinunciato a tante piccole cose, quelle cose che sono “normali” per molti… non so, uscire il sabato sera, andare alla gita di fine anno, avere una comitiva di amici… non avevo il tempo per fare tutto questo e ho passato la mia adolescenza a studiare per raggiungere i miei obiettivi… ma sinceramente non me ne sono mai pentita perché poi iniziando a lavorare ho recuperato molte delle cose perse, ho fatto tante nuove esperienze ed ho trovato quei pochi ma veri amici che mi sono sempre vicini.

Ma i tuoi genitori che futuro sognavano per te?

Penso che il loro unico desiderio fosse di vedermi felice.

Denise con la mamma Morena

Quali erano i tuoi idoli da ragazza?

Non ho mai avuto un idolo particolare… diciamo che fra le mie artiste preferite ci sono Julia Roberts e Kelly Clarkson.

Quali sono i tuoi hobby i tuoi passatempi preferiti, quando non lavori?

Adoro la fotografia, fotografo qualsiasi cosa e persona, cerco di catturare degli istanti speciali della vita di tutti i giorni, e poi devo ammetterlo adoro fare shopping…:)

Un collega che stimi molto e con cui vorresti un giorno lavorare insieme?

Il mio sogno sarebbe duettare con Gavin Degraw.

La cosa più cattiva che hanno detto o scritto su di te?

Devo dire che finora di critiche non né ho ricevute molte, qualcuno mi ha definita troppo poco donna e un po’ troppo ingenua, ma voglio dire ho 21 anni e penso che ho ancora tanto tempo per essere una donna, e per quel che riguarda l’ingenuità, ma che dire, forse chi lo ha scritto non ha mai scambiato quattro chiacchiere con me.

Il complimento più bello che hai ricevuto?

"Si sente che la tua voce viene dal cuore" penso che non ci sia niente di più bello.

La dichiarazione d’amore (lettera) più stramba, più divertente che hai ricevuto?

Cito testualmente..."sai ci ho pensato, credo proprio che io e te siamo compatibili, lo so che per te sembro troppo, ma io mi accontento", era un mio fan come dire "molto simpatico".

Che rapporto hai con la Fede?

Diciamo che sto ancora cercando la mia fede…

Hai mai fatto delle scelte in cui dopo ti sei pentito?

No, perché cerco sempre di fare quello che desidero davvero anche sbagliando.

Hai un sassolino nella scarpa che vorresti toglierti?

Chi non ha dei sassolini nella scarpa…ma per ora non posso ancora permettermi di toglierli...

Con il successo sono cambiate le tue amicizie? Chi frequenti in particolare (gente dello spettacolo)?

Si molto, non per mia volontà, però è vero che molte delle mie vecchie amicizie si sono perse, ed ora come ora mi sono rimasti 3 amici per così dire storici.. per il resto di persone del mondo dello spettacolo ne incontro tante ma i veri amici si contano su una mano… 

Quali sono le tue ambizioni?

Voglio continuare a vivere delle mie passioni…

Un tuo vizio e una tua virtù?

Una sola parola "testarda"... vado sempre dritta per la mia strada inseguendo le mie idee… il che delle volte è sbagliatissimo… ma devo dire che molte altre è l’unico mondo per andare avanti.

Cosa ne pensi della battaglia contro il fumo?

Odio il fumo, non ho mai fumato, e credo che sia la cosa più sciocca che si sia diffusa nella nostra società. 

Hai fatto delle gaffes? Ne puoi raccontare una spiritosa?

La cosa più buffa che mi è capitata mi è successa in una scena di "High school musical", durante un duetto con il protagonista maschile, lui ha sbattuto sulla panchina in cui ero seduta facendomi quasi cadere.. e guardandoci in faccia non siamo riusciti a resistere e abbiamo iniziato a ridere contagiando tutta la platea!

Hai dei complessi?

E chi non ne ha?? Odio la mia pancetta, anche se a detta degli altri (del popolo maschile) è molto carina… 

Quanto ti influenza l’oroscopo nella vita quotidiana?

Ma non ci credo molto, però se ne leggo uno a mio favore di sicuro mi rallegra la giornata.

Hai un sogno nel cassetto?

Cantare a New York, nel Madison Square Garden…

A chi vorresti dire grazie?

A mia nonna, che mi ha cresciuta e insegnato il valore della vita...

Progetti?

Un bel progetto discografico che spero si realizzi a breve…

In quale zona di Roma hai passato l’infanzia e come la ricordi?

In realtà sono nata a Roma, ma fino a 11 anni ho vissuto con i miei nonni in un paese vicino Viterbo, Corchiano, e poi mi sono trasferita dai miei genitori a Roma. Trovo che la città eterna sia meravigliosa, io l’ho sempre chiamata la città del sole, perché mette allegria ed è l’effetto che mi fa la mia città.

Quali sono state le tue abitazioni romane e attualmente in che zona di Roma vivi?

Ho sempre vissuto all’ Eur

Attualmente com’è il tuo rapporto con Roma?

Speciale, ora che viaggio molto, quando torno a casa di solito prendo la macchina e giro la città senza meta, perché ho voglia di "salutare” tutte le bellezze di Roma.

Com’è il tuo rapporto con la cucina romana? Cosa ti piace? Trattoria preferita?

Ecco diciamo che con la cucina romana non ho un ottimo rapporto…perché io amo la cucina leggera, frutta e verdura, e se bene la cucina romana sia ottima di certo non è leggera…

C’è un angolino romano che ami particolarmente?

Lo zodiaco…

Cosa provi nel tornare a Roma dopo una lunga assenza?

Una sola parola “casa”.

Cosa ti manca di Roma quando sei lontana per lavoro?

La gente alla mano, che non ha paura di sorridere!

Come trovi i romani?

Felici della vita ma poco concreti nel lavoro.

Qual è il fascino di Roma, secondo te?

Il verde nella città, i palazzi che hanno ancora un sapore di antico, e la voglia di divertirsi che contraddistingue il popolo romano.

Cosa ti dà + fastidio di Roma o meglio esiste una Roma da buttare?

Ce n’è più di una, molti quartieri sarebbero forse non da buttare ma da ricostruire da capo, zone in cui il sole non mette allegria, ed è meglio evitarle dopo una certa ora…

In quale Roma del passato ti sarebbe piaciuto vivere e nelle vesti di chi?

Sinceramente non saprei, non mi sono mai fatta una domanda del genere, e probabilmente perché amo la Roma del presente.

Come vivi la Roma by Night?

Quando sono a casa di solito non manca mai un aperitivo in centro, uno spettacolo a teatro, un tiramisù da Pompi.

Nei momenti liberi in quale zona di Roma ami rifugiarti?

Amo il mio quartiere, passo molto tempo sul laghetto dell’Eur.

Per un’artista , Roma, cosa rappresenta?

Una boccata di aria fresca… e il posto delle mille opportunità!

Se tu avessi la bacchetta magica, cosa faresti per Roma?

Eliminerei il traffico, che è l’unica nota dolente…