Georgia Luzi (conduttrice)     Roma 28.6.2010

                        Intervista di Gianfranco Gramola

Una bellissima ragazza che ama il sorriso dei bambini

Il suo sito ufficiale è www.georgialuzi.it  

Georgia Luzi è nata il 26 gennaio del 1976. “Sono nata a Roma, città che adoro per mille motivi….avete presente la possibilità di mangiare un gelato ad un tavolino all’aperto 10 mesi l’anno? Le strade talmente dissestate da richiedere un chek-up mensile alla mia povera Smart? Le ore che sembrano dilatarsi a tal punto che l’appuntamento delle 13 diventa 13.15, 13.30, ops ho fatto tardi sono le 14 ? Oppure quelle bellissime giornate di sole che ti fanno passare il nervosismo per quell'ora trascorsa nel traffico per fare 500 metri? Ecco Roma è tutto questo e molto di più. Ed io l’adoro PROPRIO per tutto questo!”

(Breve presentazione sui suoi inizi ad oggi, tratta dal sito ufficiale)

Tutto è cominciato su un piccolo palco di un villaggio turistico dove mi trovavo in vacanza…..recitavo in uno spettacolo in mezzo ad altre decine di ragazzini pronti a cantare e ballare di fronte ad un pubblico…di soli genitori! E dopo una aver sconfitto un’altra biondina determinata quanto me ad indossare il vestitino di tulle rosa, mi sono ritrovata nei panni di Olivia Newton John in ‘Grease’. (Peccato che lui non fosse un vero e proprio John Travolta…). Da quel momento sono passati molti anni prima che decidessi di trasformare la mia passione in lavoro. Ho studiato, incontrato e scordato il primo amore, ho cambiato idea sul mio destino, ho provato ad iscrivermi in palestra almeno mille volte e tra un’amica pronta a “salvarmi” da amori tormentati e la macchina comprata con i primi soldi, mi sono laureata in Sociologia e ad un certo momento ho sentito di essere pronta. Sono andata in un’agenzia (la stessa che continua a sostenermi….grazie…) e ho affrontato il mio primo provino. Era il 2000….racconto di avere già avuto esperienze, “gonfio” il mio curriculum ben bene e loro che fanno? Mi prendono!!! Cavolo, mi sono ritrovata in uno studio televisivo a condurre “Giga”, un programma per ragazzi (che avrei continuato a presentare su Raisat ragazzi per ben 5 anni….chi l’avrebbe mai detto!!!), imparando così….che forse alle volte è meglio a mentire un po’ meno! Dopo è arrivato “Il Bello delle Donne” (dove interpretavo una ragazza pettegola ed impicciona”), “Don Matteo” (ero una giovane promessa della pallavolo pronta a proteggere la propria amica ad ogni costo), “Carabinieri” ( mi dovevo difendere dall’accusa di essere una ladra!) , Incantesimo (per loro mi sono trasformata in una ragazza orgogliosa e combattiva!) e “Giorni da leone” (sicuramente una pseudo-fidanzata dalla dubbia moralità) …e così un dramma dopo l’altro sono arrivati anche i primi spot . Non scorderò mai i 18 ciak per effettuare il perfetto morso del “Kinder Bueno”, l’abito bianco indossato per “Bolt 2 in 1”, le risate nella macchina microscopica (dovevamo entrarci in 5, più il regista, più l’operatore) per girare “Tronky”…e naturalmente tutta la serie “Tim”…dove, a parte essermi sentita male nel prendere il gommone, (purtroppo contro il mal di mare nulla può salvarmi!) è stato davvero tutto molto piacevole! (compresi i posti dove abbiamo girato…bellissimi!). Nel frattempo ho continuato a presentare programmi per ragazzi e non. (Con Sat2000 collegamenti in diretta per il Festival Di Sanremo e sempre sul satellite “Gnam Gnam” e “Speciale Screen Saver” ). Poi sono approdata a Raidue come inviata per il programma “Ragazzi c'è Voyager”. Grazie a questa trasmissione ho attraversato l’Italia e conosciuto posti incredibili dove sono addirittura tornata in vacanza per godermeli a pieno! Soloun anno dopo è arrivata l’occasione di “Random”…un vero e proprio contenitore pomeridiano che faceva compagnia ai ragazzi (almeno questo era il nostro intento!). Per questo lavoro mi sono trasferita per qualche tempo a Milano…e alla faccia di chi dice che è una città fredda, ho avuto una bellissima accoglienza ! Mi sono divertita moltissimo, con tutto il gruppo di lavoro! Ho avuto inoltre l’opportunità di tirare fuori la mia parte comica…dicono che ne abbia una abbastanza sviluppata (sarà un complimento!?Mah!!). Sempre  a Milano sono entrata a lavorare ad AllMusic con il programma “Carico e Scarico” insieme a Ballo….un compagno con cui tornerei a lavorare domani! Le sue battute fuori copione e il mio essere attenta al copione erano un incrocio perfetto! E poi…è stata la mia prima esperienza in diretta…ricordo l’ansia delle prime volte…” …e se camminando verso il bancone, prendo una storta, scivolo e cado?…e se sbaglio telecamera e guardo da un’altra parte?…e se i collegamenti con la webcam non partono? (ecco, questo è realmente successo almeno due o tre volte)”. Paure, ma di altro tipo, le ho affrontate con “Voyager Natura”…più che l’ansia per il mio primo preserale su Raidue, ho dovuto combattere con l’ansia per le zanzare!!! Se mai verranno trasmessi i fuori onda è un continuo inseguimento dove a vincere…..sono loro!!! Ora sono a Raigulp, canale interamente dedicato ai ragazzi del digitale terrestre. Mi diverto moltissimo con “Lol”, si tratta di scketch dove interpreto una giovane ragazza, aspirante conduttrice, mai puntale e smemorata….naturalmente ogni riferimento è puramente casuale!:) Ed infine “Pausa Posta”, dove finalmente ho la possibilità di leggere tutte le lettere e le mail che arrivano in redazione ringraziando direttamente in video i mittenti! Fantastico! Ed ecco che mi ritrovo su Raiuno, con "Sabato & Domenica Estate"!! Una bella opportunità per cercare di "inserirmi" in un ambiente nuovo e importante...provando a rendere credibili e accattivanti notizie meteo, percorsi gastronomici e eventi in giro per l'Italia...speriamo non si faccia troppo caso alle occhiaie dovute alla sveglia notturna, che le truccatrici con tanta dovizia cercano di mascherare! E si torna in mezzo ai ragazzi con un programma nato negli studi dell'Antoniano, "Musicgate"! Non c'è niente da fare...sono proprio loro il pubblico più bello! E poi il cast....il MIO cast....ragazzi siete stati una scoperta meravigliosa. Davvero. E il 2010 si apre con I Raccomandati....insieme a Pupo! Che mi abbiano scelta perchè ritenuta alla sua "altezza"??!! A voi l'ardua sentenza! :) Insomma fin qui, a grandi linee, il mio curriculum…o vita artistica…o percorso professionale……facciamo così: la mia passione (il mio lavoro). Ah dimenticavo…..alle volte i sogni si avverano.

Ha detto

- Non me ne frega niente di tutto il poco che ho. Mi trovo bene nella mia piccolezza, mi autoproteggo.

- Mi capita con quelle persone da cui imparo qualcosa, anche dagli ottantenni che ho intervistato la scorsa settimana a Uno Mattina: hanno raccontato il loro amore in maniera così semplice che non puoi non rimanere a bocca aperta. Imparo un po’ da tutte le situazioni che vivo.

- Non sopporto quando mi faccio troppe paranoie mentali.

- Bello, bellissimo cucinare.....ieri sera però ho deciso di farmi un regalo......sono andata a cena fuori! (finalmente!)

- Non mi sento né pupa, né secchiona. Preferisco definirmi una persona pensante.

- Ho avuto una esperienza radiofonica con Paolo Belli, che mi ha dato davvero tanto, perché ho imparato il bello della diretta, l'improvvisazione momentanea.

Curiosità

- E’ laureata in Sociologia.

- Attori preferiti: Denzel Washington, Annette Benning, Cate Blanchett, Susan Sarandon. Cantanti preferiti: Negramaro, Vasco, Elisa, Jovanotti (musica italiana for ever!). Le cose che la fanno felice: Il sorriso dei bambini, una giornata al mare, guardare un film…. Cosa sognava di fare da grande: credeva la ballerina…ma rileggendo i suoi diari ha scoperto che desiderava fare la segretaria.

- Se fossi una bevanda: tea. Se fossi un piatto: qualunque cosa sia fatta con il prosciutto…crudo! Se fossi un fiore: margherita. Se fossi una città: Parigi.
Se fossi un animale: dicono che sia curiosa e dispettosa come….una bertuccia!
Se fossi una stagione:…difficile…amo il sole d’estate, la pioggia autunnale che di notte aiuta ad addormentarmi, la neve che rende tutto estremamente romantico ed i colori primaverili …facciamo così, sono una per tutte le stagioni!

Intervista

Come è iniziata la tua avventura nel mondo della televisione?

E' iniziata facendo un provino per fare un programma per ragazzi e lì è incominciata, perché poi il provino mi è andato bene e ho cominciato a fare quel programma, che si chiamava “Giga” su Rai Sat ragazzi ed è andata benissimo insomma. All’inizio era solo un gioco e poi si è trasformato in un vero e proprio lavoro.

I tuoi genitori che futuro sognavano per te?

I miei genitori sognavano un futuro da donna felice e in realtà sono contenti, perché non mi hanno mai obbligato a fare qualcosa di particolare. Volevano che facessi quello che mi faceva stare bene e poi non mi hanno spinto verso una professione piuttosto che in un’altra.

I tuoi genitori che lavoro fanno?

Loro hanno una società di marketing.

La cosa più cattiva che hanno detto o scritto su di te?

Sicuramente ne avranno scritte, ma per fortuna non le ho lette. Adesso proprio non me ne ricordo una, ma è normale che ci siano critiche, cosa piace e cosa non piace, però per ora nessuno mi sembra sia stato particolarmente cattivo con me.

E un complimento che ti ha fatto piacere?

Ho letto proprio questa mattina una critica del Corriere della Sera in cui Adriana Volpe ha detto che non sono mai sopra le righe e questo mi ha fatto molto piacere.

Un collega che stimi molto?

Fabrizio Frizzi, in assoluto.

E una collega?

Adriana Volpe e poi Milly Carlucci.

Quando non lavori quali sono i tuoi hobby, le tue passioni?

Quando non lavoro sono una donna molto casalinga e quindi sto molto a casa. Amo molto il cinema, le passeggiate, mi piace moltissimo fare gite fuori porta, andare al mare, magari fare delle giornate in campagna, stare con le amiche con molta tranquillità.

Chi porteresti con te su un’isola deserta?

Mio marito.

Ti hanno mai proposto reality?

No! Fino ad adesso, non me ne hanno mai proposto. Forse più avanti. 

Se te ne proponessero ci andresti o saresti contraria?

L’unico in cui andrei sarebbe “Ballando con le stelle” anche se non è un vero e proprio reality però a quello andrei. Agli altri, dove devo esporre la mia vita privata, no, non ci andrei.

Che rapporto hai con la fede?

Conflittuale e difficile.

Frequenti la chiesa o una domenica si e una no?

No, non frequento molto la chiesa, però credo in Dio, in ciò che ha detto Dio e in alcune ideologie della chiesa.

Hai un sassolino nella scarpa che vorresti toglierti?

Si! Più di uno, ma non te li dico (risata).

Un sogno nel cassetto?

Un sogno nel cassetto è arrivare a fare un musical un giorno.

Magari al Sistina, eh?

È vabbè, se voglio proprio sognare, sogniamo alla grande. Il Sistina sarebbe il massimo.

A chi vorresti dire grazie?

A tante persone. Alla mia famiglia, a mio marito, alle mie amiche, dovrei dire grazie a troppe persone. Alla fine quello che ho costruito e che sto raccogliendo sono dovuti grazie a loro, e quindi a tantissime persone.

Hai mai pensato ad un nome d’arte?

No, mai. Gia è strano di per sé Georgia, quindi.

E come mai Georgia invece che Giorgia?

Mio padre a voluto mettere questa cosa un pochino diversa, rispetto al nome classico Giorgia, ma non c’è una motivazione particolare.

Progetti dopo “Uno mattina Estate”?

Non ce ne sono per ora.

Assoluto riposo, quindi.

Si quello sicuramente. Poi aspetto di vedere quello che succederà, come procede “Uno mattina” e poi vediamo. Ma per ora non faccio nulla.

Parlami del tuo rapporto con Roma.

Ho un rapporto buonissimo, mi trovo molto bene a Roma, anche perché è la mia città. Con tutto quello di bello e di meno bello che possiede. È una città che sento veramente mia, poi basta uscire oggi, con questa magnifica giornata di sole che ti cambia la giornata.

In quali zone di Roma hai abitato?

Sempre e solo Roma nord est.

Ami il tuo quartiere?

Il mio quartiere lo amo molto perché mi fa sentire a casa. Ci sono poi una serie di non tanto quartieri, ma queste vie un po’ caratteristiche di Roma che puoi ritrovare nel centro storico, e in anche alcuni gruppi di San Lorenzo. In cui c’è uno scenario molto romantico.

Come trovi i romani?

I romani sono accoglienti e invadenti allo stesso tempo.

Tuo marito è romano?

No, mio marito è fiorentino.

Che lavoro fa?

Fa l’autore televisivo.

Cosa ti da più fastidio di Roma oltre al traffico?

Il fatto che i romani a volte sono un po’ troppo invadenti, dovrebbero essere un po’ misurati nelle cose. Però poi abbiamo tanti altri pregi che ci facciamo perdonare.

La cucina romana ti piace?

Da morire. E’ buonissima guarda… i saltimbocca alla romana e la carbonara sono i miei piatti preferiti.

C’è una trattoria particolare?

Io vario molto con i ristoranti, ci sono dei posti dove magari ritorno più frequentemente, però devo dire che cambio spesso.

Per un’artista Roma cosa rappresenta?

Per un’artista non lo so, ma per me è la mia città, quindi è sempre molto mia.

Però per uno che desidera sfondare nel mondo dello spettacolo, un romano è sempre più avvantaggiato rispetto ad uno che viene da fuori regione, no?

Si! Sicuramente, magari da questo punto di vista stando qui hai la possibilità di frequentare posti dove magari puoi incontrare artisti, cantanti, attori, magari passi per una strada e ci trovi un set cinematografico perché stanno girando. Questo sicuramente si.

Come vivi la Roma by night?

La vivo pochissimo, l’ho sempre vissuta molto poco. Sono sempre stata una che non ha mai fatto troppo tardi, non vado molto per locali, quindi arrivo più che altro ad andare per ristoranti, cinema o a passeggiare nel centro storico.