Lucia Galeone (velina di "Striscia la notizia")        Milano 14 dicembre 2004

                          Intervista  di  Gianfranco Gramola

La velina con la passione per la Medicina

Lucia Galeone è nata a Grottaglie (Taranto) il 15 marzo del 1980, ha fatto il Liceo Classico e attualmente è iscritta al terzo anno della facoltà di Medicina all'Università La Sapienza di Roma. Le piace molto leggere, cucinare, andare al cinema e ascoltare musica. E' arrivata al concorso di Veline dopo aver già fatto numerosi tentativi per cercare un posto al sole. "Sono dieci anni che provavo in tutti i modi a fare qualcosa del genere - racconta con semplicità Lucia - Sono stata al concorso di Miss Italia nel 2003, a quello di Miss Universo nel 2002 e mi sono piazzata discretamente ma mai come avrei voluto io". Ha un ragazzo del cuore di cui non ha voluto rivelare nulla, tanti amici e una famiglia a Grottaglie. Negli ultimi tempi, lavora nel campo dei fotoromanzi.

Curiosità

- E' sposata con Christian Sarli, uno degli autori di "Striscia la notizia".

- E' appassionata di thriller e il suo attore preferito è Harvey Keitel.

- Portafortuna:Il suo portafortuna è un piccolo corno bianco che porta sempre con sé.

- Il sogno nel cassetto: diventare pediatra

Intervista

E' nel suo camerino di "Striscia la Notizia".

Dalla bellissima Puglia a Roma? E’ stato un trauma?

I primi tempi sono stati tragici perché ero abituata a vivere giù, a casa mia, con la famiglia e  dopo me la sono dovuta vedere da sola e non è stato facile. Poi chiaramente mi sono dovuta adattare perché per lavoro e poi per lo studio ho dovuto fare dei piccoli sacrifici.

In quale zona hai abitato?

All’inizio a San Lorenzo, poi nella zona dei Re di Roma e poi da un anno e mezzo sto a via Angelica, in zona Prati, dietro il Vaticano, praticamente.

Hai un buon rapporto con Roma?

Il mio sogno è sempre stato quello di vivere a Roma, anche se chiaramente io Roma la odio e la amo allo stesso tempo, per il troppo casino che c’è, poi però le troppe bellezze che ha questa città compensano il lato negativo.

E il tuo rapporto con la cucina?

Vabbè, i bucatini all’amatriciana sono meravigliosi, ma anche la cucina della  mia Puglia è meravigliosa.

Frequenti una trattoria particolare?

No! Io vado un po’ dappertutto, perché si mangia bene ovunque a Roma.

C’è un angolo di Roma che ami maggiormente?

Il posto più bello di Roma, per me, è l’altare della Patria. Il Vittoriano io lo amo, sono andata a visitarlo questa primavera con mia sorella, quando mi è venuta a trovare a Roma e abbiamo fatto un giro all’interno. E’ stato magnifico, una bella esperienza.

Cosa provi a tornare a Roma dopo una lunga assenza?

Te lo dirò quando potrò tornare a Roma, perché adesso sono impegnatissima a Milano con Striscia. Ti dico che mi mancano gli amici e le amiche con cui lavoro mi chiedono: “Allora, quando ci si vede”. Un mio grande desiderio è appunto tornare a Roma e trovare gli amici.

I romani, pregi e difetti?

I romani sono persone alla mano, sono simpatici. Difetti nulla, anzi sono tutti carini e simpatici. Poi sono del sud, come me, ed è forse per quello che con i romani mi trovo bene. I romani hanno degli atteggiamenti e il modo di fare che mi ricordano i miei pugliesi.

C’è un angolo in cui ami rifugiarti o fare una passeggiata?

Ultimamente frequento molto via del Corso, o nella mia zona via Ottaviano o via  

Com’è cambiata la tua vita dopo l’elezione a velina per Striscia?

E’ cambiata totalmente. Con gli studi sono ferma già da un anno, anche perché non riuscivo più a pagarmi gli studi perché di lavoro ce n’era poco e quei pochi lavori che c’erano li pagavano tutti dopo una vita e allora mi sono  messa a fare questi lavoretti da hostess e nei convegni. Comunque adesso è tutta un’altra vita.

I tuoi genitori che futuro sognavano per te?

I miei genitori sognano soltanto che io stia bene, che prenda una laurea e di vivere tranquillamente  senza problemi. Poi, dopo tanti anni di dure lotte mi sono stati dietro e quindi questa è una grande soddisfazione per loro.

Il complimento più bello che hai ricevuto?

I complimenti sono tutti belli. Mi hanno scritto bambini, ragazzi e mamme e di tutto e di più. Mi fanno piacere anche se un po’ mi imbarazzano. Cose cattive, al momento, non ne ho sentite su di me, spero di non sentirne (risata).

La popolarità ti piace o ti da un po’ fastidio?

In questo momento me la voglio godere giorno per giorno, tranquillamente e in maniera spensierata, perché non è facile trovarsi catapultati in un'altra realtà. Voglio viverla così senza pensare a nulla. Sul lavoro faccio la Velina e quando torno a casa sono la ragazza pugliese acqua sapone di sempre. Lucia praticamente si sdoppia.  Chiaramente la popolarità è diversa perché sono sulla bocca di tutti.

Quali sono i tuoi miti?

A livello televisivo uno dei miei miti è Jerry Scotti, l’ho sempre detto. E per la musica è Michel Jackson, anche se poi io seguo un po’ tutta la musica in genere.

Hobby?

Leggere. Infatti ultimamente mi sto dando da fare per leggere, perché non avendo tanto tempo a disposizione, sfrutto ogni spazio libero per la lettura. Altrimenti vado al cinema. Poi mi piace anche stare a casa, rassettare. Quando avrò più tempo mi piacerebbe andare a scuola di danza e di dizione.

Un tuo pregio e un tuo difetto?

Difetti, sono permalosa, il mio pregio forse la riservatezza, la sensibilità, la semplicità.

Il tuo punto debole?

I piedi (risata).

Il tuo rapporto con la fede?

Sono credente, sono cattolica, rispetto le feste, anche se adesso sto facendo un po’ la monellina, perché dovrei andare in chiesa la domenica e questo chiaramente lo facevo più spesso quando stavo giù. Adesso quando scendo il 24 dicembre  si va alla Santa Messa. E’ una promessa.

Cosa pensi della battaglia contro il fumo?

Io non fumo, quindi sono contro. C’è mio papà che fuma molto e io gli stavo sempre dietro, ma non c’è modo di fargli cambiare idea.

Ricevi molte lettere dai fan?

Si! Molte e-mail e mi fanno piacere. Anche dichiarazioni d’amore, di tutto di più. Sono tutte belle cose, che mi fanno piacere, sono tutti carini, non volgari. Ognuno si esprime in un modo diverso dall’altro e mi fanno molto piacere.

Se tu potessi ritornare indietro rifaresti tutto?

Penso di si, poi sai, velina l’ho fatta perché era l’ultima volta che mi presentavo ad un casting. O andava bene o sarei ritornata sulla mia strada. E’ andata bene, quindi sono contenta.

Quanto ti influenza l’oroscopo nella tua vita quotidiana?

Dipende da come mi sveglio la mattina, ci sono delle volte che lo leggo e a volte lascio perdere.

Un sogno nel cassetto?

E’ già questo, cioè essere qui a “Striscia” e ballare. Poi un sogno è laurearmi, avere una famiglia. Sono fidanzata con un mio paesano.

A chi vorresti dire grazie?

Ai miei genitori.

Progetti dopo “Striscia”?

Vivo questo momento, giorno per giorno, senza pensare ad altro.