Angela Melillo (soubrette)        Roma 16.4.2004

                                     Intervista di Gianfranco Gramola  

La vincitrice della Talpa

   

Il suo sito ufficiale è  www.angelamelillo.it

Angela Melillo è nata a Roma il 20 giugno 1967. Inizia la sua carriera giovanissima, partecipando come ballerina professionista a numerosi spettacoli teatrali e televisivi tra i quali ricordiamo: “Creme Caramel” e “Rose Rosse”, al “Bagaglino” di Pingitore.  Diventa Soubrette nel “TG delle Vacanze” e  in “Scherzi a parte”. Emerge per la sua simpatia e spontaneità nella trasmissione “La zingara” per Rai Uno, dove conduce i collegamenti.. Studia dizione e recitazione presso il C.T.A. Centro Teatro Attivo di Milano. Subito dopo inizia la co- conduzione al fianco di Paolo Limiti in “Alle due su RAI UNO” per due anni. Nel 2001 rientra al “Bagaglino” con il ruolo di prima donna, per due stagioni, interpretando a teatro “Tutte pazze per Silvio” e “Romolo e Remolo” e in televisione, i Varietà :“Marameo” e “Mi consenta” in onda in prima serata su Canale 5 con Leo Gullotta, Oreste Lionello… Nel 2002 è una delle attrici protagoniste della fiction “La casa delle beffe” per la regia di Pierfrancesco Pingitore per Canale 5. Nel 2003 gira con la regia di Giorgio Capitani una  sit-com come protagonista dal titolo  “Love Bugs” per Rai Uno. Nel 2004 decide di accettare la sfida e partecipa ad un reality- show per Rai Due, “La Talpa” dove ne esce come vincitrice! Nella stagione televisiva 2004/2005 fa parte del cast fisso di ”Domenica in” ed interpreta il ruolo di Elena nel “Maresciallo Rocca” quinta edizione, per la regia di Giorgio Capitani

Ha detto

- Con i soldi vinti a La Talpa (165 mila euro), farò beneficenza, pagherò il mutuo e manderò i miei genitori in vacanza.

- Nello Yucatàn vivevamo in una condizione mentale molto difficile e in più c’era la minaccia della talpa.

- Io mi sto ancora curando le piaghe sotto i piedi che mi sono venute dopo la prova dei carboni ardenti.

- Mio papà Dalmazio, vedendo le prove che mi facevano fare laggiù, si è sentito male.

Curiosità

- Si è sposata con Ezio Bastianelli, nella chiesa dei Ss. Ippolito e Lucia. Il marito è proprietario del noto ristorante “Bastianelli al Molo”, di Fiumicino.

- Venerdì 30 maggio 2008, è nata Mya, la bimba di Angela e di Ezio.

- Diplomata in Ragioneria, prima di diventare famosa ha fatto l’insegnante di danza.

- Gli invitati al suo matrimonio, al posto delle classiche bomboniere, hanno ricevuto un orologio tempestato, di Swarovski.

- Per annunciare il suo matrimonio, ha spedito a parenti e ad amici un Dvd, in cui lui e il fidanzato disegnavano un grande cuore sulla sabbia, con la data al centro.

- Ha prestato in suo volto nella campagna pubblicitaria “Vernel, fior di Pesca” al fianco del compianto Ferruccio Amendola.

Intervista

Parlami di Roma, Angela.

E’ bellissima e non potrei farne a meno e non potrei al di fuori che a Roma. E’ meravigliosa e solare e vivendo qui è come stare al centro del mondo. Ho vissuto anche in altre città, però forse per fatto che ci sono nata, ritengo che Roma sia una città memorabile.

C’è un angolo di Roma che ami particolarmente?

Amo molto il centro, piazza di Spagna, via Gregoriana e tutta quella zona lì, quelle piccole vie e viuzze. Amo quella zona anche perché c’ho abitato e anche perché quella zona ha rappresentato una parte importante della mia vita artistica, perché lavorando al salone Margherita di via Due Macelli, è un posto che ho frequentato molto. Poi ho anche dei ricordi che accomunano questi posti.

Cosa ti dà fastidio della tua città?

Sicuramente il traffico, anche perché Roma è molto grande, gli abitanti sono tanti e quindi anche le macchina sono tante. Però Roma ha talmente tanti pregi che questo problema è minimo, scompare di fronte alla sua bellezza. Roma è una città che amo con tutta me stessa, è una città così solare, così positiva che mi fa dimenticare tutti gli altri problemi legati a questa grande metropoli. Ecco, il traffico è una cosa che soffro un po’ e inoltre on trovi mai i parcheggi. Ma tutto sommato mi godo ugualmente la storia e la bellezza di questa città che è stata Caput Mundi.

Vivi la Roma by night, Angela?

La vivo soprattutto d’estate, anche se non sono molto mondana. Penso che Roma offra molte possibilità di divertimento, anche senza per forza doversi buttare in un locale. Secondo me Roma è bella viverla anche passeggiando sul lungotevere, a Castel Sant’Angelo  o in centro. E’ talmente belle, anche di notte che si vive quasi meglio che di giorno. Anche questi posti, tipo Testaccio, dove le sere d’estate si mangia l’anguria e si prende il fresco in compagnia, il famoso ponentino… è meraviglioso. Per divertirsi e stare bene non si è obbligati a chiudersi nei locali. Poi ultimamente a Roma, d’estate, stanno organizzando tantissime  manifestazioni, mercatini e altre mille cose. Diciamo che l’estate la vivo all’aperto e l’inverno mi chiudo in qualche locale. D’estate, Roma, la vivo di più e mi piace anche andare a mangiare su quei barconi attraccati sul lungotevere, anche perché respiri  un’atmosfera particolare e sei lontana dal caos cittadino e dal traffico.  

Qual'è stata la tua più grande soddisfazione artistica?

Una delle più grandi soddisfazioni l’ho avuta proprio in questi giorni, vincendo al programma “La talpa”. Un soddisfazione inaspettata. Altra soddisfazione è quella di aver fatto un bel percorso lavorativo, per il quale ho anche studiato molto. Studio danza classica fin da quando ero molto piccola. Studiando con impegno ho ricevuto delle grosse soddisfazioni e dico sempre che sono una persona fortunata, perché ho fatto quello che desideravo. Ci sono persone molto meno fortunate che purtroppo non riescono a fare il lavoro che desiderano e si adattano.

Una tua delusione?

Non una grande, ma tante e piccole. Diciamo che per fare questo lavoro, le delusioni sono all’ordine del giorno, perché fai tantissimi provini e spesso ci viene detto”No!”. Però, secondo me, per continuare a fare questo lavoro , bisogna crederci profondamente ed essere molto tenaci e quindi fare dei grossi sacrifici e poi le cose belle arrivano.

Ma i tuoi genitori che futuro sognavano per te?

Non lo so, perché loro in fin dei conti mi hanno sempre incoraggiata. Ricordo mia madre, quando ero piccola, quando mi accompagnava a lezione di danza. Per i miei genitori era un grande sacrificio farmi studiare e quindi permettermi di fare quello che desideravo. La mia era una famiglia normale e mi hanno lasciata libera di decidere di fare poi quello che ho fatto ed essere felice. Non i sono mai stati di ostacolo.

La popolarità crea più vantaggi o svantaggi?

Crea enormi vantaggi, dobbiamo ammetterlo. Il fatto di essere riconosciuti è una cosa bella, piacevole e che fa parte di questo lavoro. Io dico sempre, quando le persone mi fermano per strada e sono carine con me, dimostrandomi il loro affetto, che se ho successo lo devo anche a loro. Gli svantaggi sono quando la tua privacy viene un po’ violata e sei perseguitata dai paparazzi e delle persone che diventano un po’ troppo invadenti. Però a me non è mai successo una cosa antipatica, mi sono sempre accadute cose piacevoli, con delle persone che hanno dimostrato tanto affetto neo miei confronti. Ho ricevuto anche delle bellissime lettere dai miei fans.

Hobby?

Ne ho molto pochi, anche perché quando si lavora hai poco tempo per le passioni. Amo andare al cinema e leggere oppure, quando posso, fare dei viaggi all’estero.

Il complimento più bello che hai ricevuto?

Uno mi ha detto:” Oltre ad essere bella esteriormente, sei una persona bella dentro!”. Mi ha fatto molto piacere.

E la cosa più fastidiosa?

Il fatto di poter pensare di essere solamente e semplicemente una bambola.

Cosa ne pensi della battaglia contro il fumo?

Penso che sia giusta, ma è anche giusto rispettare le esigenze elle persone e quindi di essere libero di scegliere e di fare ciò che vuole.

Il tuo rapporto con la Fede?

Buonissimo! Ci credo e non sempre sono praticante, nel senso che non vado spesso in chiesa alla messa. Sono una persona che crede molto, ma che preferisce pregare anche in altri momenti e in altri posti oltre che in chiesa.

Hai qualcosa che ti rode?

Io non ho niente che mi rode, anche perché sono una persona chiara e trasparente e se c’è un problema o qualcosa che in quel momento non mi andava bene, l’ho sempre detto in faccia. Ho risolto il problema al momento, al volo.

Se potessi tornare indietro, rifaresti tutto o cambieresti qualcosa?

No! Credo che rifarei tutto, perché è un po’ il risultato di quella che sono io e grazie a tutte le esperienze che ho fatto nella vita, quindi probabilmente rifarei tutto esattamente quello che ho fatto.

Qual è il segreto del tuo successo?

Oddio! Non lo so! Forse il fatto di essere una persona spontanea, leale e vera. Di essere sempre me stessa. Io credo che il segreto sia sempre quello di essere se stessi e poi piacciamo, piacciamo, così, per come siamo (risata).

Hai un sogno nel cassetto?

Di quelli ne ho tanti. Mai smettere di sognare. Forse è quello di fare quello che ho sempre fatto e di fare un programma tutto mio, in televisione, magari con Fiorello, ma non so se lui lo farebbe con me (risata). Io sono sempre così, con i piedi ben saldi per terra.

Progetti?

Ci sono delle cose in ballo, ma di cui non posso ancora parlare.