Arianna David (attrice e modella)    Firenze 18.9.2012

                                 Intervista di Gianfranco Gramola

Una ex Miss Italia bellissima e molto sexy, che oltre a dirigere lo Slide Magazine sta progettando di scrivere un libro di interviste a Miss Italia famose, e ai suoi figli non consiglia di entrare nel mondo dello spettacolo, ma di laurearsi e diventare dei businessman. 

Il suo sito ufficiale è www.ariannadavid.com e per ingaggi, rivolgersi a Devis Paganelli Management www.devispaganellimanagement.it  

Ariana David è nata a Roma il 3 giugno 1973. Terminati gli studi artistici con il massimo dei voti, nel 1991, a 18 anni, debutta nel mondo dello spettacolo recitando nella fiction di Rai 2 Europe Connection; l’anno successivo lavora in Rai come valletta nelle trasmissioni Il grande gioco dell’oca e Acqua calda. Inizia in questi anni la sua carriera da modella. Nel 1992 posa per il fotoromanzo Grand Hotel e diventa il volto di alcuni spot pubblicitari come Coca-Cola (spot trasmesso anche in America) e il Cornetto Algida. Nello stesso anno diviene testimonial per Il Giornale di Calabria. Nel 1993 viene eletta Miss Italia e partecipa in rappresentanza dell’Italia a Miss Universo 1994 dove si classifica quarta. Nello stesso anno debutta come conduttrice in C’era due volte, trasmissione condotta insieme a Pippo Baudo. L’anno successivo, insieme a Martina Colombari e Claudio Cecchetto, conduce Un disco per l’estate. In questo periodo, inoltre, Arianna diventa la testimonial di Laura Biagiotti e sfila in numerose occasioni tra cui si ricorda la sfilata per Fausto Sarli a Piazza di Spagna. Parallelamente viene incaricata di consegnate il Pallone d’oro 1993 a Roberto Baggio. Nel 1995 il patron Enzo Mirigliani la volle come co-presentatrice a Miss Italia 1995 insieme a Fabrizio Frizzi. Nello stesso anno, per Telethon, presenta la tournée dei Pooh. In questo periodo diventa testimonial della Deborah e tra le principali sfilate di questo periodo è doveroso ricordare quella a Piazza di Spagna per Gattinoni, sfilata che fu trasmessa anche su Canale 5. Nonostante gli impegni della conduzione, Arianna, prosegue anche la carriera da modella e di testimonial per vari marchi di abbigliamento. Nel 1997 conduce Vela estate con Mike Bongiorno su Rete 4 ed Estatissima Sprint su Canale 5, programma Mediaset per la regia di Antonio Ricci. Del 1997 sfila per Renato Balestra e Gattinoni a Piazza di Spagna. Nel 1998 diventa ospite fissa di Quelli che il calcio, programma di Rai 2 condotto da Fabio Fazio, nello stesso anno rinnova il suo impegno come testimonial della Deborah e sfila a Piazza di Spagna per Gattinoni. Durante la fine degli anni ‘90 Arianna si dedica allo studio di lingue, dizione e recitazione. Nel 1999 diventa la presentatrice virtuale di CyberMax, cd-rom per MAX; nello stesso anno debutta a teatro con La presidentessa per la regia di Roberto Balestra che vede nel cast anche Enrico Beruschi; lo spettacolo verrà riproposto anche nel 2000. Arianna, parallelamente ai suoi impegni professionali, ha sempre svolto attività sportiva tanto da posare, nel 2000, per le copertine di Fit for Fun. Nello stesso anno prende parte al video musicale per la “Fondazione Grace Kelly”. Nel 2002 recita nella fiction Le ragazze di Miss Italia per la regia di Dino Risi e conduce Diretta Gol su Italia 1. Nel 2004 è, con Virna Lisi, nel cast di A casa di Anna, film per la regia di Enrico Oldoini. Nello stesso anno conduce Pan… di più su Rai Futura, e insieme a Francesco Paolantoni conduce uno show su Rai 2 30 anni di carriera di Ron. Nel 2005 insieme a Carlo Conti conduce Sanremo contro Sanremo, trasmissione andata in onda su Rai 1. Tra il 2005 e il 2006 è nel cast della terza edizione del reality show L’isola dei famosi, nel quale si classifica quinta. Nel 2007 diventa membro della giuria tecnica per l’elezione di Miss Italia 2007, diventa inoltre testimonial per Mabrat, Ironica e Jadea. Tre anni dopo diviene giurata dello Zecchino d’Oro 2010. Nel 2011 è tra i giurati della giuria tecnica per l’elezione  di Miss Italia 2011. Nel 2012 ha partecipato alla nona edizione del reality show L’isola dei famosi su Rai 2 condotta da Nicola Savino e Vladimir Luxuria. Arianna ha due figli: Gregorio nato nel 2005 e Tommaso nato nel 2009, figli dell’imprenditore Marco Bocciolini.

Ha detto:

- Non mi sento fiorentina. All’inizio è stata dura ambientarsi in questa città, chiusa, provinciale, che ti squadra dalla testa ai piedi. Poi pian piano sono entrata nel giro e ho iniziato a costruire le mie amicizie.

- Mi dispiace solo aver partecipato all’Isola dei Famosi nel 2005. Mi hanno massacrata, facendomi passare per una cattiva, antipatica e bugiarda, mentre fu difeso Ferrini che contro di me aveva usato parole molto dure. Mi hanno fatto piangere per sei mesi.

- Mi sono regalata un seno nuovo. Si, per sentirmi bene con il mio corpo. Da una prima sono passata ad una terza. 

- Tifo Roma. Forza Totti. A mio figlio è stata regalata una sciarpa viola ma l’ho nascosta in un cassetto. Però la Fiorentina ha dei bei fichi in squadra....

Curiosità

- Ama leggere i romanzi Kaled Husseini e il suo regista italiano preferito è Gabriele Muccino.

- E’ socia, insieme al suo compagno e a Tommaso Buti - del «Nove», uno dei ristoranti più in voga di Firenze, sul Lungarno.

- Ha un numero imprecisato di CD musicali e una particolare inclinazione per le canzoni d’amore. E’ capace di ascoltare lo stesso brano anche per due ore di seguito. Biagio Antonacci, Tiziano Ferro, Laura Pausini, George Michael, Justin Timberlake, Nelly Furtado e l’inimitabile Madonna sono i suoi cantanti del cuore.

- Colleziona scarpe. “Non chiedetemi quante ne ho… ormai ho perso il conto! Quando si tratta di scarpe sono una spendacciona compulsiva”.

- Suo nonno Evaristo Zaccaria è stato -e rimane- il più grande ebanista di Roma. I suoi mobili, alchimia di genio e tecnica, sono opere d’arte di valore inestimabile.

Intervista

Com’è nata la passione per lo spettacolo? Hai qualcuno in famiglia un po’ artista?

La mia passione per il mondo dello spettacolo nasce da quando ero piccolissima. Ero sempre la prima donna nelle recite scolastiche. In famiglia mia padre ha fatto l'attore di teatro.

Hai mai pensato ad un nome d’arte?

Non ho mai pensato ad un nome d'arte primo perché diventando Miss Italia ho vinto con il mio nome e cognome, secondo perché trovo il mio nome e cognome molto belli.

Quando è esploso il tuo talento?

Il mio talento é esploso a 15 anni quando feci il mio primo lavoro per uno spot pubblicitario.

Il complimento più bello che hai ricevuto?

Il complimento più bello che ho ricevuto è arrivato da Flavio Briatore, che mi disse che sono una donna molto intelligente e raffinata.

Qual è stata la tua più gran soddisfazione nel campo artistico?

Non posso avere una soddisfazione artistica. Ogni mio lavoro è sempre una soddisfazione.

Nel mondo dello spettacolo serve più la raccomandazione o la bravura?

Non è facile dire se nel mondo dello spettacolo contano più le raccomandazioni o la bravura...Se lavorassero tutti i bravi sarebbe troppo bello, credo!

Hai dei rimpianti?

Di rimpianti ne ho molti. Ma non si torna indietro e gli errori ti fanno crescere.

Ma i tuoi genitori che futuro sognavano per te?

I miei genitori hanno sempre voluto la mia felicità .. Appoggiando ogni mia scelta con molta discrezione.

L’errore professionale che non rifaresti?

L'errore che non rifarei ad oggi è essermi allontanata a 21 anni da Roma.

Qual è il tuo motto?

Il mio motto è: “Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te”.

Quali sono le tue ambizioni?

La mia più grande ambizione ad oggi? Crescere sereni i miei figli.

Errori professionali?

Non credo di aver mai fatto errori professionali. Ogni mia scelta o comportamento non credo si possano ridurre ad errori. Ci sono cose molto sottili e scriverle in una risposta non riesco davvero.

Hai fatto delle gaffes? Ne puoi raccontare una spiritosa?

La gaffes più bella è stata fatta alla Prova del Cuoco da Antonella Clerici quando, ad un cuoco, invece di dire:”Ti do un bacio cosi rompiamo il ghiaccio”, visto che lui era molto emozionato, dissi:”Ti do un bacio cosi mi si rompono le acque!”. E sono andata dritta su Striscia la Notizia. 

Ho visto il tuo curriculum e non è niente male. Hai mai pensato di scrivere un libro autobiografico?

Scriverò un libro ma non su me... ma un libro con interviste a Miss Italia famose e consigli a tutte le ragazze che vogliono fare il mio lavoro.

A chi vorresti dire grazie?

Grazie a chi ha e crede in me.

A chi vorresti dire scusa?

Scusa a chi posso aver offeso.

Che consigli daresti ai tuoi figli se volessero lavorare nel mondo dello spettacolo?

Ai miei figli non consiglierei mai di fare spettacolo, ma di laurearsi e diventare dei businessman.

Quali sono i tuoi prossimi progetti professionali?

Come dicevo prima, scrivere il libro… Forse un reality da conduttrice e fare bene il mio lavoro di oggi, cioè Direttore Responsabile di Slide Magazine.

Ho letto in una intervista (a Oggi) che da alcuni anni sei perseguitata da 22 stalker. Se è vero, come te lo spieghi tutta questa persecuzione?

Sullo stalking non posso parlare. Non so perché 22 stalker… Ci stanno pensando i miei avvocati e le forze dell’ordine.

Molto Vip, ma anche persone normali sono perseguitate. Che consigli daresti a quanti vivono nel terrore di questi matti? 

Andare a denunciare subito le persecuzioni e voglio dire che è nato un apparecchio a nostro favore che io promuoverò. Appena si è aggrediti o si sta per esserlo, si spinge un tasto sull’apparecchio tascabile e arrivano le forze dell’ordine in pochi minuti. L’apparecchio attraverso il satellite sa dare la posizione dell’aggredito in tempo reale. Credo sarà la nostra salvezza.  

Parliamo un po’ della tua Roma. In quale zona della capitale sei nata, Arianna?

Sono nata nella zona di Roma nord. Montesacro.

Mi ricorda una canzone di Claudio Baglioni… Com’è attualmente il tuo rapporto con Roma?

Amo immensamente la mia città anche se é molto caotica.

Com’è il tuo rapporto con la cucina romana?

Amo la cucina romana. Io cucino molto “alla romana”.

Quando torni a Roma, hai una zona in cui ami rifugiarti?

Il mio rifugio romano è casa mia.

Un consiglio al sindaco per migliorare Roma?

Non sono brava a dare consigli. Il mio sindaco é molto bravo. Credo non sia facile accontentare ogni esigenza in una città così grande.

Per un’artista Roma cosa rappresenta?

Per un’artista Roma significa molto. Teatro, cinema, fiction tv... Tutto!