Elisabetta Gregoraci (soubrette)        Roma 3.5.2004

                                      Intervista di Gianfranco Gramola  

Una calabrese umile e bella

 

Il suo sito ufficiale è  www.elisabettagregoraci.net

Elisabetta Gregoraci è nata a Soverato (CZ) l'8 febbraio 1980. Nel 1998 si diploma in ragioneria. Successivamente si trasferisce a Roma dove si diploma in danza moderna allo Ials. La sua carriera nel mondo dello spettacolo inizia nel 1997 con la partecipazione al concorso di Miss Italia, dove conquista la fascia di Miss Sorriso. Nel 1999 partecipa al film Il cielo in una stanza di Carlo Vanzina a cui seguono C'era un cinese in coma di Carlo Verdone e Si sente che sono calabrese di Franco D'Olisera. Nel 2000 conduce sull'emittente privata Italia 7, il programma Euro 2000, nel 2002 partecipa alla fiction per la Rai Piazza di Spagna 3 e conduce con Claudio Cecchetto Destinazione Sanremo. Nel 2003 partecipa alla fiction per la Rai Un medico in famiglia e nel 2004, in coppia con Ilaria Spada, a Libero, il programma condotto da Teo Mammuccari. Nella moda ha sfilato per numerosi stilisti e nel 2004 è stata testimonial del marchio Wonderbra. Nel 2005 ha affiancato Pupo ne "Il Malloppo". Nel 2006 è al centro della cronaca rosa per la relazione con Flavio Briatore, direttore generale del team di Formula 1 della Renault Renault e noto imprenditore. Fra il 2005 ed il 2006 conduce, su Rete 4 Rete 4 , parecchie puntate della rubrica Sipario del Tg4, e nello stesso periodo, anche la conduzione delle previsioni del tempo nell'edizione delle 19,00 del tg. 4. Nel stagione 2006-2007 , insieme a Sara Varone è nella conduzione del Tg rosa di Buona Domenica.

Ha detto

- Lo scandalo Vallettopoli ha avuto delle ripercussioni sul mio lavoro. Dovevo condurre La notte delle sirene, con Adriana Volpe, su Rai Due, ma tutto è misteriosamente saltato.

- Il mondo dello spettacolo è stato un mio sogno fin da piccola. Giravo per casa con uno spazzolone, come se fosse un microfono.

- Io e Pupo il gatto e la volpe? Direi che sembriamo Gianni e Pinotto: due amici sempre a caccia di guai e divertimento. Tutti e due, abbiamo investito molto sul programma Il malloppo, che poteva essere un salto nel buio e che invece si è rivelato un successone.

- Agli uomini a volte piace far intendere delle cose che poi non sono vere. Scoparsi una ragazza carina fa gioco, cioè fa dire: "Oh! Mi sono scopata la Gregoraci".

- Questa storia di Vallettopoli, mi ha fatto capire chi teneva veramente a me e chi no. Dopo ho fatto un’ampia potatura.

Curiosità

- Ha partecipato al reality show " Ritorno al presente ", su Raiuno, all'inizio del 2005, dove è la prima concorrente eliminata, prima della chiusura del programma, per gli scarsi ascolti, dopo solo sei settimane.

- Nell'estate del 2006 fa parte delle molte persone note interessate da uno scandalo, a causa di intercettazioni telefoniche che la vedrebbero coinvolta in un giro di raccomandazioni nella televisioni di Stato in cambio di favori sessuali. Le indagini sono tuttora in corso.

- Dopo aver praticato l'atletica e il salto in lungo, è diventata cintura nera di karate.

- Prima della storia con il manager Flavio Briatore, è stata fidanzata con l’architetto Antonio Girardi.

Intervista

Elisabetta è a casa sua, in una via del centro di Roma, una via che ospita un teatro mitico, famoso. Al momento dell’intervista non è ancora stata travolta dallo scandalo vallettopoli e quindi è serena e si gode il successo di Libero, il programma di Teo Mammucari, in cui, in coppia con Ilaria Spada, balla e fa la valletta.

Ti piace Roma, Elisabetta?

La amo e con Roma ho un rapporto bellissimo. Sono una ragazza adottata da Roma, perché io sono calabrese, esattamente di Soverato e vivo nella capitale da soli quattro anni e ci vivo benissimo. Per me Roma è la città più bella del mondo e non la cambierei con nessun’altra città.

Amando Roma sicuramente ti piacerà anche la sua cucina. Ho detto bene?

Hai detto bene, Gianfranco. Mi piace molto. Vado spessissimo fuori a mangiare e assaggio tutto quello che c’è sul menù. Assomiglia molto alla cucina dei miei posti, quella romana. Di Roma comunque mi piace molto anche la gente. E’ troppo bello vivere a Roma. Adesso mi spiego come mai i romani sono sempre allegri e gioiosi. Come si fa a non essere così in una città così bella?

Hai ragione. Elisabetta, c’è una zona a cui sei legata?

Si! Amo molto il centro. Io abito…

Non dire la via, ti prego. L’ultima volta che ho scritto la via di un’attrice è successo un casino. I fan stazionavano sotto casa della Vip giorno e notte.

Ok! Hai ragione. Diciamo allora che vivo tra piazza del Popolo, via Condotti e via della Croce. E’ un posto favoloso.

Cosa provi nel tornare a Roma dopo una lunga assenza?

Non c’è mai stata questa lunga assenza e vivendo qui a Roma mi sposto soltanto per lavoro e al massimo sto fuori per una settimana. All’inizio quando tornavo a Roma non la sopportavo e mi dava fastidio per il troppo caos, il troppo traffico e per andare in un posto per un appuntamento dovevi partire due ore prima. Questa è la parte più brutta di Roma. Anche con i mezzi è messa male, perché manca l’organizzazione per essere una grande Capitale. Poi per il resto è ottima, è tutto OK.  

I romani ti piacciono?

E’ un popolo molto simpatico e allegro e con addosso sempre il buon umore. Questo mi piace molto del romano.

Vivi la Roma notturna?

Si! La vivo molto bene, anche se non sono molto mondana. Esco di rado e solo per le feste private che mi piacciono molto oppure per andare a vedere un bel film. Difficilmente vado a ballare, specialmente in questo periodo che sto lavorando molto.

Com’è avvenuto l’accostamento verso il mondo dello spettacolo?

L’accostamento verso questo mondo, è avvenuto qualche anno fa. In Calabria ho partecipato al concorso di Miss Italia e andò bene perché diventai Miss Calabria. Poi a Salsomaggiore vinsi il titolo nazionale e lì firmai un contratto di lavoro. Comunque è una cosa che sognavo fin da bambina.

Ma i tuoi genitori non è che sognavano un futuro diverso per te?

A dire il vero sono stati contenti, perché non avrebbero mai pensato che la loro bambina “sposasse” il mondo dello spettacolo. Pensavano che da grande volessi fare la dottoressa, ma lo sta facendo mia sorella e quindi basta una in famiglia (risata).

Che lavoro fanno i tuoi genitori?

Mia mamma è casalinga e mio padre è impiegato e istruttore di Karate.

La cosa più cattiva che hanno detto di te?

Ancora nulla ma sicuramente più avanti inizieranno a dire o a scrivere qualcosa di fastidioso. Mi aspetto di tutto, Gianfranco (risata).

Il complimento più bello?

Tanti, tanti, tanti. Anche da colleghe, che sono quelli che preferisco, perché quando una donna ti fa un complimento sicuramente è più sincero che quello fatto da un uomo. Quello da parte di un uomo, sotto sotto, c’è sempre dell’interesse e allora non fa così tanto piacere e ci bado poco.

Hai degli idoli?

Non ho idoli e non ne ho mai avuto. Né un cantante, né un attore.  Ci sono dei personaggi che mi piacciono ma non da trasformarli da idoli. Nella mia cameretta non ho mai avuto poster attaccati al muro.

Quali sono i tuoi hobby?

Viaggiare e leggere. Poi amo fare shopping, come tutte le donne.

Quali sono le tue ambizioni?

Fare la presentatrice televisiva. E’ una professione che mi piace molto, ma anche fare l’attrice non è male. Adesso comunque voglio studiare molto e sto frequentando una scuola di recitazione e una scuola di inglese. Voglio diventare brava.

Un tuo pregio e un tuo difetto, Elisabetta?

Il difetto è che alle volte sono molto impulsiva e non so mai dire “basta” al mangiare. Sono troppo golosa, soprattutto con i dolci. Il pregio è che sono molto sensibile e buona.

Il tuo punto debole?

E’ sempre quello legato alla tavola. Sono troppo golosa.

Cosa ne pensi della battaglia contro il fumo?

Io ne sono pienamente d’accordo. Io non fumo. E’ fastidioso andare nei locali e sentire questo odore. Quando esci hai tutti i vestiti impregnati di questo brutto odore. Comunque fa male il fumo passivo e sono d’accordo su questa battaglia anche se, ahimè, mia madre fuma.

Che rapporto hai con la Fede?

Quello è ottimo. Io credo molto e vado spesso in chiesa.

Quali sono le tue paure?

Le malattie, quelle che portano alla morte. Ma non tanto per me, ma alle persone a me care.

Ricevi molte lettere dai fans?

Si! Soprattutto quando Teo Mammucari nel programma “Libero”, scherzando ha dato il mio numero di cellulare in diretta. In due ore ho ricevuto ben 900 messaggi. Questo mi ha fatto molto piacere. Sai quanto ci ho messo a leggerli tutti?

Immagino. Hai ricevuto anche dichiarazioni d’amore?

Si! Dichiarazioni d’amore, complimenti per il mio sorriso, per il mio viso, per il mio fisico, ecc… Tutti bei messaggi e niente di volgare.

Cosa ti dà fastidio?

L’invidia delle persone. Non la sopporto proprio. Ci sono tante persone, anche nel mio lavoro,  che darebbero volentieri una gomitata per farti del male e prendere il tuo posto. Poi adesso che sono la nuova testimonial dei reggiseni “Wondebra” sono ancora più invidiata.

Come vivi questi momenti di successo?

Benissimo (risata). Mi chiamano tantissime persone, tantissimi giornalisti e mi intervistano per i rotocalchi. Mi hanno dedicato molti sipari anche le Tv, da Studio Aperto a Sipario  e il Tg1. Una cosa bellissima è che fanno sempre i paragoni con la bella Eva Herzigova, l’ex testimonial dei famosi reggiseni. Ho letto un articolo che mi ha fatto molto piacere e diceva: "La nuova Herzigova ha la fascia del mediterraneo". Questo mi ha fatto molto piacere. Poi, prendere il posto di una top model così bella, è il massimo.

Con il successo sono cambiate le tue amicizie?

No! Sono sempre quelle e me le coltivo sempre anche se le vedo pochissimo perché sono giù in Calabria. Adesso che vivo a Roma mi sono trovata dei nuovi amici molto affiatati e simpatici. I più grandi amici però restano quelli di sempre.

Quanto ti influenza l’oroscopo nella vita quotidiana?

Non molto. Se mi capita l’ascolto in Tv o lo leggo sui giornali, ma non è che ci bado tanto. Lo leggo a livello di curiosità, però un paio di volte ha indovinato.  

Hai un sogno nel cassetto?

A parte quello dello spettacolo, il mio sogno nel cassetto è quello di incontrare la persona della mia vita e poter essere felice nel mio lavoro e nella mia vita privata.

A chi vorresti dire “grazie”?

Ai miei genitori che hanno creduto in me e che non hanno mai ostacolato le mie scelte.

Progetti?

Ci sono delle cose ma non vorrei dire nulla per scaramanzia. Adesso per un anno sono impegnata con la Wondebra, come testimonial e fra un po’ devo andare a Parigi.