Gloria Anselmi (attrice e presentatrice)       Milano 1.4.2012

                                         Intervista di Gianfranco Gramola

Una ragazza acqua e sapone e molto solare, che ha avuto molte soddisfazioni professionali e che ognuna a modo suo l’ha arricchita e le ha lasciato dei bei ricordi.

Per contattare Gloria, la sua e-mail è glorianselmi@gmail.com

Gloria Anselmi è nata il 19 gennaio del 1981 a Voghera. Ama lo sport, il nuoto e il ballo.

Formazione

2012 Sta frequentando la Scuola Nazionale di cinematografia di Roma che si tiene a Milano

2011-2012 Corso di teatro Quelli di Gronk a Milano

2009-2011 Corso di teatro Quelli di Grock a Milano

2009-2010 Corso di Doppiaggio al CTA di Milano

2008 Laureata presso l'università IULM di Milano in Scienze della Comunicazione con tesi sul cinema

2006 Corso di speakeraggio condotto da A. Maria D'Errico - CTA - Milano

2005 Seminario condotto da Francesca Viscardi, Milano

Seminario condotto da Bernard Hiller - actor coach di Cameron Diaz - Milano

2004 Corso di Regia Radiofonica presso l'Università IULM di Milano.

2003-2004 Laboratorio teatrale di Raul Manso, Milano

2001 A.I.C.S. “Centro teatro e danza”, Voghera (PV)

Televisione

2011 Attrice sit com “Io e Margherita”

2010 Conduttrice Sisal Tv

2009 Attrice nella sit-com puntata zero “Appartamento per tre” regia di Dario Ciola

Conduttrice per Canale Italia del programma :"Salute a te"

2008 Conduttrice serata finale “Miss e Mister Salute” (Canale Italia)

Giornalista per “QuasiTg” Sky e Vodafone

2007 Conduttrice in diretta per “6 in diretta”, SisalTV.

2002-2007 Sette edizioni di “MAI DIRE...” con la Gialappa's come ballerina - letteronza.

2002 Conduttrice “T-Time” - Odeon

2001 Conduttrice documentario “La battaglia di fiori - Ventimiglia” - Primantenna

cinema

2008 Attrice per cortometraggio con la regia di Vincenzo Rigo

2006 Attrice per il Corto “Prometto! Di amarti ed onorarti” regia A.FIORILLO,

ruolo:Silvia-Protagonista

2002 Attrice nel Film “Natale sul nilo” di Neri Parenti

2001 Attrice per il Cortometraggio “Agonia” regia A.Rota, ruolo-co protagonista

Teatro

2011 Attrice di teatro “Toccata e fuga” di D.Benfield

2009 Attrice teatrale nella commedia “Il letto ovale” nella compagnia degli

Instabili

pubblicità

2001 Spot “Sammontana coni cinque stelle” - Mediaset e RAI

Varie

2011 Attrice tlp Foppa Pedretti

2008 Attrice Tlp Bosh (La7)

2006 Attrice TLP - Sisal, Sony Eriksonn, Sony Play Station, Telecom - Italia1

2005 Attrice TLP - Bilba, Fossil, Breil, Perlièr, Sisal, TecnoCasa,DonnaOro - Italia1

2004 Attrice TLP - KIA, Extin, Pompea, San Paolo, 09 - Italia1

2003 Attrice TLP - Lipton, Omnitel

Speaker: 2007: Voce OFF (speakeraggio) su immagini per vari filmati di diversi

committenti (Sony, Clinica Medica Lugano. ecc.).

Radio: 2008 Autrice per Radio R101

Intervista

Com’è nata la passione per lo spettacolo?

Al ginnasio andai a Siracusa col gruppo di teatro per una manifestazione in cui abbiamo rappresentato "La Patente" di Pirandello al teatro greco, direi che la mia passione è iniziata da qui.

Con quale spettacolo è avvenuto il tuo debutto e come lo ricordi?

Il debutto come professionista a teatro è stato con "Toccata e fuga" di D. Benfield con la regia di Marco Vaccari e la partecipazione di personaggi famosi come Patrizia Rossetti, Gigi Sammarchi e Vera Castagna.

Hai dei riti scaramantici prima di affrontare una platea?

Si, ma essendo scaramantici non vanno rivelati.

Quando è esploso il tuo talento?

Penso che la mia potenzialità artistica sia ancora da esprimersi in pieno...spero che l'occasione di un testo e di un regista che possa valorizzarmi mi aiuti a dimostrarlo.

Quali sono stati i tuoi maestri?

Gli insegnanti di Quelli di Grock e della Scuola nazionale del cinema. Persone molto valide e professionali. Ma anche artisti coi quali ho lavorato, tra cui Antonio Albanese, che reputo uno dei migliori.

Qual è stata la tua più grande soddisfazione professionale?

Ne ho molte, non posso citarne una in particolare. Ognuna a modo suo mi ha arricchito e mi ha lasciato dei bei ricordi.

Hai avuto delle delusioni?

Si, come la maggior parte delle persone ma anche quelle sono parte della vita e ti rafforzano.

La cultura è importante per arrivare o basta essere belle e avere un bel fisico?

Tu cosa pensi? Dal mio punto di vista, credo nello studio, nella cultura e non mi accontento mai. Dipende comunque dagli obiettivi che vuoi ottenere, se l'obiettivo è diventare una modella o top model può bastare essere belle o avere un bel fisico (e sottolineo può bastare...ma per gestirsi è importante anche altro), se come nel mio caso l'ambizione è di diventare un'attrice è necessaria una buona preparazione.

La popolarità crea più vantaggi o fastidi?

Nel mio piccolo ho avuto piccoli vantaggi e piccoli fastidi, immagino che per persone molto famose i vantaggi possano essere grandi come pure i fastidi.

Cosa hai sacrificato per arrivare al successo?

Non lo chiamerei sacrificio... è solo un modo di vivere diverso. Mi spiego: quando frequentavo l'università invece di vivere la vita universitaria ossia studiare con gli amici o trovarmi con loro dopo le lezioni (questo in verità un po’ mi è mancato) io dovevo correre per qualche registrazione di programmi tv o servizi fotografici.

Ma i tuoi genitori che futuro sognavano per te?

I miei desideravano che mi laureassi e in questo li ho accontentati, poi vista la mia grande passione per la recitazione hanno condiviso il mio sogno.

Che lavoro fanno i tuoi genitori?

Ora sono entrambi pensionati. Quando erano in attività mio padre era capostazione e mia madre infermiera professionale.

Quali sono i tuoi idoli?

Non so se definirli idoli....ma sicuramente ammiro Kate Winslet come attrice contemporanea e adoro i film di Kubrick.

C’è un collega che stimi molto?

Da donna… ho lavorato in un programma televisivo con Paola Cortellesi e devo dire che ho ammirato molto la sua grande professionalità.

Un tuo sogno professionale?

Recitare in un film scritto per me.

Un tuo sogno privato?

Realizzare un film scritto da me, se invece intendevi la mia vita personale, ho piacere che rimanga privata.

Qual è il tuo motto?

Vivi ora.

Cosa non sopporti?

Le ingiustizie, la falsità delle persone ipocrite.

Cosa ti rilassa?

Il mare, la musica.

Qual è la tua ossessione?

Non ho un bel rapporto con il cibo, tendo a mangiare troppo ma per fortuna la mia costituzione fisica mi è d’aiuto.

Di cosa hai bisogno per essere felice?

Di libertà, di poter coltivare le mie passioni e di sentire che le persone a cui voglio bene sono in salute.

L’ultima volta che hai pianto e perché?

Poco tempo fa, quando è mancato un mio giovane amico per una grave malattia.

Quali sono i tuoi hobby quando non lavori?

I miei hobby coincidono col mio lavoro.

Fai collezioni?

Da pochissimo ho deciso di collezionare i biglietti delle rappresentazioni teatrali che ho visto.

Qual è il tuo punto debole?

Ho la tendenza ad autocriticarmi troppo e questo severo giudizio che ho nei miei confronti, non concedendomi attenuanti, spesso mi procura del malessere.

Un capriccio che vorresti toglierti?

Se come capriccio intendiamo desiderio....mi piacerebbe fare il cammino di Santiago di Compostela.

Il complimento più bello che hai ricevuto?

I complimenti fanno sempre piacere ma io prediligo quelli che mi vengono fatti per qualcosa di bello che ho compiuto piuttosto che quelli che riguardano il mio aspetto fisico.

Che rapporto hai con la Fede?

Credo ma non sono praticante.

E il tuo rapporto con il denaro?

Vorrei che fosse più stabile.

Chi e cosa porteresti con te su un’isola deserta?

Vivo una vita molto piena per cui staccare e trascorrere un breve periodo oziando e godendomi la natura su di un’isola deserta potrebbe solo farmi bene, quindi mi porterei un costume e un libro.

Cosa ne pensi della battaglia contro il fumo?

Non fumo....

Hai fatto delle gaffes? Ne puoi raccontare una spiritosa?

Si, ma ho una pessima memoria... o forse è una mia difesa, cancello istantaneamente ciò che non voglio ricordare.

A quale trasmissione televisiva non rinunci?

In questo periodo non guardo molto la tv, preferisco comunque vedermi un bel film .

Hai dei complessi?

Chi non ne ha?! L'importante è arrivare ad accettarli.

Quanto ti influenza l’oroscopo nella vita quotidiana?

Per niente, se mi capita di leggerlo sui quotidiani al massimo mi regala un sorriso.

A chi vorresti dire grazie?

Ai miei genitori.

A chi vorresti dire scusa?

Ai miei genitori.