Ilaria Pirri (fotomodella - attrice - cantante)     Roma 15.10.2012

                                   Intervista di Gianfranco Gramola

Ilaria è un’artista simpatica, decisa e concreta. Ha sempre avuto “una specie di febbre” per il mondo dello spettacolo. Il suo talento? “Deve esplodere, ho tanta strada da percorrere, tante esperienze da fare e sono consapevole che serve tanta forza di carattere e preparazione, oltre un briciolo di fortuna”

 

Per contattare Ilaria Pirri, la sua e-mail è i.pirri@libero.it 

Ilaria Pirri è nata a Roma.

Formazione artistica:

- ha frequentato il corso di portamento e posa fotografica presso accademia   moda e immagine di Regina Scerrato  (RM)

- ha frequentato corso di danza moderna e classica presso Gemy School (RM)

- ha frequentato corso di dizione, recitazione e canto presso il Centro Artistico Internazionale (RM)

Esperienze professionali:

Fotoromanzi

- attrice protagonista nel fotoromanzo“il destino deve fare il suo corso “ su popcorn  n° 20/2010(magazines panini );

Riviste (pubblicazione articolo e foto)

- redazionale sul  magazine racing&drivers (periodico mensile di automobilismo) da novembre 2010 a Gennaio  2012;

- redazionale  sul magazine STnews (periodo bimestrale) N° 2 Febbraio-Marzo 2011;

- redazionale e intervista sul magazine Fashion & Beauty (manuale di moda e bellezza allegato al numero 7 di Revolution Magazine) del 10/04/2011;

- redazionale sul magazine Revolution Magazine (periodico mensile) del 08/05/2011;

- intervista  sul magazine ForYou magazine  (periodico mensile) luglio-agosto 2011;

- redazionale e intervista sul magazine Reporter (periodico quindicinale ) N° 15 del 30 Settembre 2011;

- intervista sul magazine Photosmagazine (periodico mensile francese) N°12 Dicembre 2011;

- redazionale sul magazine ChicStyle magazine dicembre 2011;)

- intervista sul magazine Twister magazine (Periodico mensile) Aprile 2012

Foto copertina di Revolution magazine del 08/05/2011

Foto copertina di Twister magazine Aprile 2012

Quotidiani (pubblicazione articolo e foto)

- redazionale su La Prima Pagina del 02/04/2011;

- redazionale su Il Messaggero rubrica giorno e notte del 23/08/2011;

- redazionale Supplemento moda di La Prima Pagina settembre 2011;

- Intervista a L’altro Quotidiano del 22/10/2011.

Modella per servizi fotografici

Fotografi:

Gaetani Paolo, Tota Aldo,  Buzi Alessio, Errera Giovanni, Panatta Claudio, De Santis Piero, Rossi Stefano,Toma Tiziano, Stefanon Foto, Iafrate Luca, Pizzarda Massimo, Florio Daniele, Alberti Massimo, Vetrugno Alessandro, Manfredini Stefano, Manzini Paolo,  Insabato Massimo, D’alfonso Andrea e Pipitone Bruno.

Testimonial pubblicità

Abbigliamento-accessori-gioielli

Collezione anno 2011-2012 Antonacci per Me , Hola Jeans, Glitter girl, Sandro Ferrone, Byblos, Blue girl folies, Compagnia Italiana, Elisabetta Franchi, Cavalli, Dellera, Benetton, Moschino, Armani Jeans, Guess, Gianni Chiarini, Giancarli gioielli.

Concorsi di Bellezza

Finale Nazionale Miss Motors Italy 2010 (Rende- Cosenza dicembre 2010)

Finale Nazionale Concorso Giovani Talenti “Star Sprint “ 2011  vincitrice della fascia di Miss Copertina (Fiuggi ottobre 2011)

Hobby

Ippica -guidatore cavalli da corsa- partecipazione n ° 2 gare circuito delle stelle -

Ippodromo di Follonica gara del 3 Agosto 2012 (3° classificata ),

Ippodromo di Montegiorgio gara finale del 26 Agosto 2012 (5° classificata ) 

Ha detto:

- Voglio diventare una artista completa e mi piacerebbe far provare alle persone che mi guardano emozioni e sentimenti

- Per sconfiggere la timidezza penso che sia fondamentale avere la passione e il piacere per quello che si sta facendo, cosi passa tutto e la mente si libera da ansie e paura.

- Sono una ragazza simpatica, solare, prendo la vita con un pizzico d'ironia, amo il dialogo, mi piace raccontarmi ed ascoltare. Odio l'ipocrisia, le persone non sincere ed arroganti perché non ammettono i propri difetti e le persone volgari.

- Come location  per i servizi fotografici, preferisco ambienti ricchi di fascino e mistero come castelli e ville antiche.

Intervista

Ho letto che hai iniziato con i fotoromanzi grazie a delle foto su Facebook. Ma tu hai sempre avuto la passione per il mondo dello spettacolo in generale?

Ho sempre avuta “una specie di febbre” per il mondo dello spettacolo, da piccolissima mi travestivo e davanti ad un grande specchio facevo smorfie e mimavo situazioni .

Hai qualche famigliare che cui hai ereditato il talento artistico?

Non sono “figlia d’Arte”, in realtà c’è una persona in famiglia che ha avuto trascorsi artistici, ma non è mai diventata molto popolare.

E dopo i fotoromanzi?

Ho continuato a studiare canto recitazione e a danzare, il mio sogno era e rimane  avere una parte importante in un musical.

Sei modella. Come ricordi la tua prima sfilata? Come hai vissuto la vigilia della sfilata?

L’emozione del debutto non si può descrivere, l’adrenalina è tanta e la paura del giudizio degli spettatori ti paralizza prima di entrare, poi entri e pensi a dare il meglio di te… 

Quando è esploso il tuo talento?

Deve esplodere, ho tanta strada da percorrere, tante esperienze da fare e sono consapevole che serve tanta forza di carattere e preparazione, oltre un briciolo di fortuna.   

Quali sono stati i tuoi maestri?

Avendo interessi diversi in campo artistico, i maestri che ho avuto e che devo ringraziare sono tanti. Tutte persone con talento, capacità creative, tecniche e doti umane fuori dal comune.

Hai dei rimpianti?

Per ora no, è troppo presto per averne.

Hai mai rifiutato di fare dei lavori?

Ho rifiutato dei lavori in campo fotografico. Proposte di lavoro per servizi fotografici diciamo “di cattivo gusto”. 

La popolarità crea più vantaggi o fastidi?

Molti vantaggi e alcuni fastidi che sono controindicazioni che comunque si accettano.   

Prima di entrare “in scena”, hai un rito scaramantico? 

Bacio un piccolo peluche portafortuna che porto sempre con me e mi accompagna nei momenti difficili.

Hai mai pensato ad un nome d’arte? 

Mai pensato…il mio nome mi piace perché è semplice e anche musicale secondo me. 

Hai un soprannome?

Un abbreviativo …Ila'.  

C’è un collega che stimi molto? 

Non mi piace fare nomi, ci sono diversi colleghi che stimo molto e ammiro per le doti professionali e anche umane.

La cosa più cattiva che hanno detto su di te?

Uno sconosciuto mi ha dato della sciocca solo perché donna e legata lavorativamente al mondo della moda , quindi secondo lui al “mondo dell’apparenza“. 

Hai fatto anche pubblicità. Si guadagna di più sfilando o facendo la pubblicità?

Non si può dire in senso assoluto, dipende dalle situazioni e dai marchi.

Il mondo della moda e dello spettacolo è come te l’aspettavi o ti ha delusa? 

E’ come mi aspettavo, un mondo in cui sono rappresentate tutte le tipologie di persone che si trovano anche negli altri ambienti, vale la stessa cosa per le situazioni che in esso si presentano.  

Un tuo sogno professionale?

Considerando che raramente i sogni diventano realtà , lo tengo per me, lavorando per farlo diventare una situazione concreta.

Ma i tuoi genitori che futuro sognavano per te?

Sognavano che facessi un lavoro che realizzasse le mie passioni.

Che lavoro fanno loro?

Mio padre è un professore di Matematica, mamma un funzionario pubblico.

Quando non lavori quali sono i tuoi hobby?

Mi alleno come guidatore di trotto di cavalli da corsa presso un centro di allenamento.   

Il complimento più bello che hai ricevuto?

Bella senza averne l’aria. 

Chi porteresti con te su un’isola deserta?

Un cavallo ed  un cavaliere.

Se ti chiamassero per un reality, ci andresti?

Ho abbastanza senso pratico per  dire “Si”, ci andrei. È un modo per farsi conoscere dal pubblico che segue questi programmi, per avere visibilità e popolarità.

Che rapporto hai con la Fede?

Riassumo così:“credo in Dio”.

A chi vorresti dire grazie?

A tante persone che mi hanno aiutato nel corso delle varie esperienze di lavoro e in altre situazioni personali, alcuni li considero veramente degli angeli .

Un tuo pregio e un tuo difetto?

Sono una persona decisa e concreta, un difetto sicuramente l’orgoglio.

Qual è il tuo portafortuna?

Un ciondolo a forma di cuore che ho sempre in borsa.

Hai un sassolino nella scarpa che vorresti toglierti?

Sono stata chiamata per un provino per la parte di Maya nei Cesaroni, ma avvisata un’ora prima dalla mia Agenzia, non sono andata preparata come dovevo.

Cosa ne pensi della battaglia contro il fumo?

E’ importante preservare la salute dei cittadini, spiegare alle persone che la Scienza ha provato i danni del fumo e non ci sono dubbi di nessun tipo.

Hai fatto delle gaffes? Ne puoi raccontare una spiritosa?

In un set fotografico ho infilato un tacco nella griglia di raccolta delle acque piovane della strada e sono caduta, ridevo talmente da  non riuscire a rialzarmi.

Quali sono i tuoi principali obiettivi?

Diventare un’artista completa, so che è qualcosa di ambizioso e richiede tanti sacrifici, ma io sono disposta a farli.

Parliamo un po’ della tua città. Com’è il tuo rapporto con Roma? 

Amo Roma, la mia città eterna, e penso che le sensazioni, le emozioni che dona a chiunque la vive siano uniche, anche se, a volte viverla non è semplice.

E con la cucina romana?

Apprezzo molto alcuni piatti della cucina tradizionale, come gli spaghetti alla carbonara con uova, guanciale, pepe e pecorino, o i bucatini all'amatriciana, con guanciale, pecorino e salsa di pomodoro.

Se un amico venisse a Roma a trovarti, dove lo porteresti a mangiare?

Il centro storico è pieno di ristoranti bellissimi…Forse lo porterei a Trastevere in uno dei ristoranti con terrazza panoramica sul fiume. 

Come trovi i romani (pregi e difetti)?

Socievoli, sinceri e gentili, nonostante si misurino ogni giorno con le difficoltà del vivere in una città poco attrezzata per ospitare in modo confortevole milioni di persone. Per i difetti penso di essere d’accordo con il grande Alberto Sordi nel ritenerli “la pigrizia e l’indolenza” poiché stiamo facendo ben poco per salvaguardare dal degrado l’immenso patrimonio artistico della nostra città. 

Qual'è il complimento (un po’ folcloristico) che ti fanno spesso i romani?

“a bonaaa!”. Fortunatamente non spesso, in quanto al contrario di ciò che si dice comunemente, il livello di educazione e sensibilità dei giovani romani è notevolmente cresciuto, per cui i loro apprezzamenti si limitano agli sguardi e alle attenzioni galanti. 

In quale zona di Roma ami passeggiare nei momenti liberi?

Nel cuore di Roma, come il Gianicolo o Villa Borghese.

Cosa ti piace e cosa ti dà fastidio di Roma?

Roma è la mia città e la adoro, soprattutto il centro storico dove non solo i monumenti e le chiese, ma anche i palazzi meno conosciuti hanno tanta storia da raccontare. Le cose che non mi piacciono sono i mezzi pubblici e il traffico, ma è un piccolo prezzo da pagare per vivere in un'opera d'arte.

Tradiresti Roma per andare a vivere in un’altra città? 

Andrei a vivere in un'altra città solo se costretta dal lavoro…per me Roma è la città più bella al  mondo.  

Come vivi la Roma by night?

Se non fa troppo freddo o piove, passeggiando o andando in giro in bici, tra gli splendori dell’arte antica che le luci rendono ancora più belli e pieni di vita. Potendo star fuori fino all’alba, amo veder sorgere il sole dal Gianicolo; altrimenti nei locali che a Roma non mancano di certo.  

Per un’artista, Roma cosa rappresenta?

Roma da sempre è un luogo magico che risveglia e addormenta i sensi con i suoi ritmi e le sue cadenze. Vivere a Roma è sicuramente una grande opportunità per gli stimoli culturali che offre la città. Per quanto riguarda il lavoro a mio parere Roma soffre ancora della mancanza di un importante mercato che caratterizza alcune città del Nord, di conseguenza non sempre i giovani artisti possono incontrare delle reali opportunità di sopravvivenza.