Martina Menichini (attrice)              Roma 27.2.2016

                        Intervista di Gianfranco Gramola

Una bella ragazza istintiva, simpatica e molto sensibile. “Mi lascio trascinare e guidare dalle emozioni. Agisco, a volte anche troppo con il cuore, ma questo mi tutela da una parte da non avere rimpianti, dall’altra non mi protegge dalle delusioni”. Un suo sogno? Hollywood chiaramente … ma non disdegna nemmeno Broadway con un bel musical

 

Per contattare la bella attrice romana la sua e.mail è mmartina88@hotmail.it

Martina Menichini è nata il 30maggio 1988. E residente a Roma. Suona la chitarra e il flauto contralto.

Formazione Sportiva e Skills

2016 Tesserino riconosciuto dal Coni di insegnante oro di danza orientale -  2015 Allenatrice di nuoto -Assistente bagnante- Acquafitness nei centri sportivi: Italiana Fitness Parco Kolbe- PantaRei Aloha - 2014 Allenatrice di nuoto sincronizzato nel centro sportivo Parco dei Pini - 2013 Tesserino riconosciuto dal Coni di insegnante argento di danza orientale - 2012 ad oggi Allenatrice di nuoto sincronizzato nella società sportiva VisNova - 2010 Brevetto di assistente bagnante - 2010 Tesserino insegnante di 1 e 2 livello di nuoto (ultimo aggiornamento 7 dicembre 2015) - 1992-2007 Atleta di nuoto sincronizzato (numerosi titoli nazionali) - Tennis-Poledance-Equitazione - Tessuti aerei

Formazione Attoriale

2014 Stage di cinema con Giovanni Veronesi ( 4-5 Aprile 2014) – 2013 Masterclass Bernard Hiller (10-15 dicembre 2013)- 2013 Seminario con Michael Margotta (2-6 novembre 2013) – 2013 Stage con il casting director Roberto Bigherati - 2013/ 2014 Canto individuale con l'attore, cantante e maestro Simone Sibillano – 2012 Masterclass con Anna Strasberg - 2011/2012 Actor House. Insegnanti Rossella Izzo, Fioretta Mari, Giorgio Albertazzi, Anna Strassberg, Federico Moccia, Luca Ward - 2011 Canto individuali con l' insegnante e cantante Eleonora Giudizi – 2011 Attestato alla Central School of  Speech and Drama di Londra, corso Summer Shakespeare in inglese - 2010/11 Corso di doppiaggio di Teo Bellia alla magma Lab - 2009/10 Laboratorio teatrale diretto da Claudio Botosso al Teatro la Fucina - 2009/10 Diplomata all’Accademia di doppiaggio di Stefano Jurgens. - 2008/09 Corso di teatro “Palcomix” diretto da Fulvio Calderoli - 2007/08 Accademia biennale di recitazione “FONDAMENTA” diretta da Giorgia Trasselli – 2006 Workshop di recitazione cinematografica e televisiva con Franco Alberto Cucchini presso la Scuola di Cinema di Roma.

Esperienze Attoriali

Teatro

2016 Quattro donne e un bagno regia di Salvatore Scirè. Ruolo Giulia (15 Marzo -27 Marzo) - 2015 Ciao Papà: ti presento mia madre regia di Salvatore Scirè. Ruolo Luana (Teatro dei Satiri) - 2015 La fiaba di Anna regia di Simone Sibillano. Ruolo Margot (Teatro Spazio Uno) Musical - 2014 La sottoveste rossa regia di Claudio Boccaccini. Ruolo Evra (Teatro Belli 28 gennaio-16 febbraio)

Tour

2015 Le belle ma belle regia di Bruno Gaggiotti - 2014-2015 Tributo a Violetta regia di Bruno Gaggiotti. Ruolo Camilla

Fiction televisive:

2015 Cross regia di Massimiliano Terzo. Ruolo Diana Trombetta - 2015 Il veleno dei Santi regia di Michele Fazzitta- Book trailer - 2014 "Conviventi in affitto" regia Laino (II e III serie). Ruolo Marusca - 2008 I Cesaroni 3.

Cinema:

2011 10 Regole per fare innamorare regia di Cristiano Bortone - 2008 Nientaltro che noi regia di Angelo Antonucci.

Tv:

2016 Conduttrice con Massimo Ruggeri a Teleroma56 la signora in giallorosso (lunedi e giovedì diretta) - 2010 Conduttrice a Sky meteo 24 canale 501

Cortometraggi:

2013 Banza Kiri regia di Gianluca Testa - 2012 Il Gabbiano regia di Rossella Izzo ; A mosca cieca regia di Federico Moccia; Robot rebut regia di Massimiliano dEpiro - 2011Il bacio regia Carlo Lorenti - 2010 Il Gabbiano" regia di Claudio Botosso. - 2009 Riflessi di città” regia di Paco Treglia - 2005 Neiredes regia di Gianni Catani - 2001 La stretta di mano regia  di Davide Marengo

Lungometraggi:

2009/2010 Oltraggio alla regina regia di Paolo Mazzilli.

Moda

2013 Catalogo La Cremerie - 2012 Intervista sulla rivista Duemila nella sezione spettacolo - 2011         Calendario Lavazza - 2010 Calendario Una ragazza cinema,moda e fotogenia - 2009 Servizio fotografico Donna ghiaccio - 2008 Calendario Maximo 12 - 2006 Servizio Fashion underwear sulla rivista Fotocult (n.26); Protagonista di fotoromanzi sulle riviste Cioè”(n.1-2) e Pop's (n.2-3-4-10-11-13-26-27) - 2005 Copertina Salute e Beauty (n.44) ; Servizio fotografico Acqua sulla rivista b (n.2) - 2004 Servizio fotografico Maglioni sulla rivista Tweens (n.9)                                   

Presentatrice

2011 Presentatrice On-line sito Multigioco

Radio

2016 Tereradiostereo (domenica dalle 10-12) - 2015 Radio Bimbo - Speaker con Alessio de Silvestro

Premio Microfono dOro 2015

Webtv

2014  Anchorwoman di notizie sportive sul sito www.bikiniworldnews.com

Intervista

Come ti sei avvicinato al mondo dello spettacolo?

E’ avvenuto in maniera naturale, come se fosse un richiamo. Dapprima per curiosità da un corso per aspiranti attrici e modelle ma poi ho scoperto con il tempo che questa strada è quella per cui sono nata.

Ma i tuoi genitori che futuro pensavano per te?

Pensavano e pensano ad un futuro felice con ciò che mi rende tale. Loro sono persone normalissime, grandi lavoratori ma non del mio campo, e come tutti i genitori desiderano il meglio per i propri figli. Hanno vissuto e stanno vivendo insieme a me questa vita che ho scelto e sono certi che mi realizzerò.

Hai mai pensato ad un nome d’arte?

Si ma sono innamorata tanto del mio, è la mia identità. Anche se noi attrici ne interpretiamo tante credo che mantenere il nome e cognome sia una solidità, almeno per me.

Quali erano i tuoi idoli da ragazza?

Non ne avevo in particolare. Sempre stata affascinata dagli attori, attrici in generale.

Prima di fare l’attrice hai fatto qualche altro lavoro?

Lavori sempre inerenti al mondo dello spettacolo, come fotomodella, hostess per eventi, conduttrice. Ora che sono più grande però lavoro in piscina,come insegnante e giudice di nuoto sincronizzato,il mio sport per tanti anni, ma questo è un hobby, il mio lavoro è il palcoscenico e il mio obiettivo il grande schermo.

Chi per primo ha creduto nelle tua capacità artistiche?

Ci ho creduto e credo io per prima, poi il regista del mio primo film Nient’altro che noi, scegliendomi e dandomi fiducia mi ha dato maggiore consapevolezza delle mie capacità artistiche. 

Qual è stata la tua più grande soddisfazione artistica?

Il giorno che mi sono esibita di fronte alla signora Strassberg e con il sorriso mi ha detto “You are born to act”. Il mio cuore è esploso di gioia.

E delusione? 

L’aver saputo che anche se avevo vinto la borsa di studio, non sarei potuta partire perché c’era chi aveva pagato per prendere il mio posto.  

Hai dei rimpianti?

No, essendo una ragazza istintiva, mi lascio trascinare e guidare dalle emozioni. Agisco, a volte anche troppo con il cuore, ma questo mi tutela da una parte da non avere rimpianti, dall’altra non mi protegge dalle delusioni. Preferisco però questo mio modo di vivere.

Il complimento artistico più bello che hai ricevuto?

Una diva e non un’attrice, mi hai commossa e stupita, persevera nel tuo intenti che non è più un sogno,ma una realtà (da una mia fan).

La critica più cattiva che ti hanno fatto?

Nella vita puoi fare solo la velina, perché essendo bella non ti prendono sul serio.

Ti sei mai infatuata di un collega?

Si, ma lui non l’ha mai saputo.

Qual è la chiave del tuo successo?

La semplicità e la solarità.

Hai mai lavorato per beneficenza, per solidarietà?

Sì, l’ultimo evento è stato sabato 27 febbraio. Sono stata la madrina per la manifestazione “Vite coraggiose” promossa dalla nuova Fondazione Bambino Gesù.

Hai mai fatto delle scelte di cui poi ti sei pentito?

Sì, l’aver dato fiducia a chi mi ha deluso e ferito profondamente. 

Hai un sogno nel cassetto?

Hollywood chiaramente … ma non disdegno nemmeno Broadway con un bel musical in giro poi per il mondo. 

Quali sono le tue ambizioni?

Vivere per tutta la vita tra i set.

Hai mai ricevuto proposte indecenti o compromessi pur di lavorare?

Ricevuti tanti, ma non sono mai scesa a tali. L’onestà sono certa che prima o poi paga.

A chi volesse fare l’attore che consigli daresti?

E’ una vita dura, bisogna essere disposti ad accettare le attese, i no, la competizione. Consiglierei di pensarci bene, ma se sono sicuri della scelta, di studiare e non prendere strade facili che non significano successo.

Un tuo pregio e un tuo difetto?

Un pregio la solarità, un difetto la testardaggine.

A chi vorresti dire grazie?

A me stessa e ai miei genitori per avermi dato da sempre la massima libertà di esprimere e inseguire i miei sogni per poterli realizzare.

Progetti?

Tanti e anche all’estero … Seguitemi su facebook, sulla mia pagina ufficiale Martina Menichini attrice, fans ho bisogno anche del vostro sostegno!

Com’è il tuo rapporto con la Fede?

Penso che con la gratitudine e l’amore per gli altri si possa vivere una vita meravigliosa. Ho un buon rapporto con la fede, credo nel tutto torna, il bene come il male.

Cosa ne pensi del nuovo papa?

E’ il Papa del popolo, del dialogo, avevamo bisogno di una figura così, umile e per noi fedeli.

Cosa ne pensi della battaglia contro il fumo?

Io non fumo e non bevo. Queste sono dipendenze che bisognerebbe combattere, si muore e ci si ammala già inspiegabilmente, non si dovrebbero porre fattori ulteriori per la comparsa di malattie. Ragazzi non fumate, fate l’amore, ma protetto! 

Quando hai avuto la prima cotta? E l’ultima?

Prima cotta alle medie,ma questo ragazzo non mi si filava, l’ultima un po’ di tempo fa.

Parliamo di Roma. In quale zona di Roma hai passato l’infanzia e come te la ricordi?

L’ho passata zona Colli Aniene. Me la ricordo più civile e vivibile.

In quali zone hai abitato?

Colli Aniene e zona Tiburtina.

Attualmente com’è il tuo rapporto con Roma?

Sono delusa da questa città e dall’inciviltà che spesso si vede. Partendo dalla metropolitana, da chi non fa il biglietto, dalla paura di essere derubata in autobus o nelle stazioni, dalla presenza di mozziconi ovunque. Nelle città estere c’è un grande senso civico, cosa che purtroppo nella città più bella del mondo manca.

Com’è il tuo rapporto con la cucina romana? Cosa ti piace e viceversa?

La cucina la amo tutta, sono una buona forchetta. Due dei miei piatti preferiti, la pasta con il tonno piccante e olive nere e la mitica matriciana.

Frequenti una trattoria in particolare?

Si, la trattoria mamma. Cioè la cucina di mia madre. Prepara dei piatti sublimi.

C’è un angolino particolare che ami molto? Se si, perché?

No, non ho un posto preferito che amo particolarmente, ma come movida mi piace Trastevere, ma troppo lontana e pochi parcheggi.

Cosa ti manca di Roma quando sei via per lavoro?

Mi manca la mia casa e senza dubbio i sapori romani.

Qual è secondo te il fascino  di Roma?

La storia, gli scorci e gli angoli romantici.

Per un’artista Roma cosa rappresenta?

Possibilità di ispirazione per il nostro lavoro e opportunità, anche se ora come ora sono sempre meno.