Pamela Grandi (presentatrice)          Acicastello (Catania) 25.9.2017

                              Intervista di Gianfranco Gramola

Una ragazza sempre sorridente ma tosta, che vuole affermarsi nella conduzione. “Faccio i conti con le delusioni ogni giorno, ma questo mondo è fatto per i duri, ed io non mollo”. “Follie? Ho provato il volo in parapendio ... e poi ho fatto tante pazzie per amore”

 

Per contattare Pamela, la sua e.mail è pamelagrandieventi@gmail.com

Pamela Grandi è nata a Catania il 19 Febbraio 1988. Ha iniziato nel 2004come animatrice nei villaggi turistici e dal 2009 fa la presentatrice di eventi e manifestazioni varie.

Presentatrice: 10 edizione “Donna risorsa della società” - Aci Bonaccorsi

Presentatrice: Saggio di danza Lory school Dance presso Teatro Ambasciatori e Piazza Castello ad Acicastello

Presentatrice eventi vari presso il comune di Aci Bonaccorsi

Presentatrice: Saggio danza Ass. Tery al kubra anfiteatro Zafferana

Ospite di Francesco Gabbani e Toni Vandoni al concerto di Radio Italia a Palermo

Ospite Sciroccu Fest come opinionista in collaborazione con Toni Vandoni Direttore musicale di Radio Italia

Ospite TaoModa – Taormina

Blogger: pensieri e parole

Istruzione

Ha il Diploma di Maturità Linguistica. Anno scolastico 2006/2007. Voto 87/100.

Scuola Superiore “Regina Elena” Acireale ( CT)

Diploma presso “Musical Theatre Academy” sede di Catania.

Corsi di Canto, storia del musical, danza, repertorio musical, laboratorio teatrale, recitazione, storia del teatro, teoria musicale, dizione,bioenergetica.  

Diplomata alla Reception Academy di Londra

Intervista

Hai iniziato come animatrice e poi hai dato una svolta è sei passata alla presentazione di eventi, che è la tua occupazione principale. Mi racconti brevemente i passaggi più importanti della tua carriera?

Ho iniziato come tu bene dici nei villaggi turistici , a soli 15 anni, a 19 anni mi fanno la carica di capo animatore in un villaggio in toscana, a Cecina. Lì ho iniziato ad assaporare la passione che ho per la conduzione, la voglia di stare in mezzo al pubblico. Ho avuto in quella occasione la grande possibilità di co-condurre il concorso di Miss Muretto. E al mio rientro un susseguirmi di eventi, importanti come il festival nazionale dei fuochi d'artificio, il Lennon festival, diversi spettacoli dedicati al mondo della musica, alla moda ,spot pubblicitari e trasmissioni TV locale e da qualche tempo ho imparato ad assaporare il mondo radiofonico, che trovo sia un ottima palestra per noi conduttori.  Nel frattempo ho deciso di perfezionarmi nella mia professione, laureandomi alla Musical Theatre Academy, a Catania.



Com’è nata la passione per lo spettacolo?

Credo di essere nata con questo passione, sin da piccola, stavo ore ed ore davanti non è la Rai ad imitare Ambra (Angiolini,ndr)!

Hai qualcuno in famiglia che è nell’ambiente?

Mio nonna da giovane era un cantante di musica lirica, e anche mio zio, abbiamo un po’ tutti la vena artistica, ma io ho deciso di metterci anima e core :)

I tuoi genitori che futuro speravano per te?

I miei hanno sempre assecondato le mie scelte, perché sono sempre stata una persona molto determinata. In questo sono fortunata.

Com’è nato il tuo cognome d’arte “Pamela Grandi”?

Sono una fan di Irene Grandi , ho anche tatuato il suo tatuaggio addosso. Da piccola le somigliavo tanto e scherzando una mia amica un giorno si mosse a dire in giro che ero sua sorella.

Qual è stata la tua più gran soddisfazione artistica?

Diplomarmi, in quello che amo fare. E tutte le volte che salgo su di un palco per me è una soddisfazione ed una emozione immensa. Sono me stessa ed il mio pubblico apprezza la mia spontaneità.

Il mondo dello spettacolo era come te lo immaginavi o ti ha deluso?
Faccio i conti con le delusioni ogni giorno, ma questo mondo è fatto per i duri, ed io non mollo.

Il complimento più bello che hai ricevuto?

Sono stata contattata da uno stilista di fama nazionale, complimentandosi, per il mio modo di essere, e per il modo in cui sfilavo il suo abito, in quanto era proprio come lo aveva immaginato.

La popolarità crea più vantaggi o svantaggi?

Dipende... secondo me per chi vuole fare il mio mestiere è importante?



Quali erano i tuoi idoli da ragazzina?

J-ax, Backstreet Boys, Irene Grandi.

Come ti prepari alla conduzione di un evento?

Nei limiti del possibile cerco sempre di incontrare qualche giorno prima il direttore artistico della serata, per conoscere, capire e comprendere i suoi pensieri, così da farli miei e fare del suo spettacolo, il mio spettacolo.

Hai un rito scaramantico prima di entrare in scena?

Si, sempre... è uno strano rito ma l'unica volta che non l'ho fatto, mi ricordo ci furono problemi, quindi : mezz'ora prima dell'inizio dello spettacolo non parlo con nessuno e faccio esercizi per ammorbidire i muscoli facciali.

Quali sono le tue ambizioni?

Vorrei riuscire a condurre spettacoli musicali , come ad esempio il Wind Summer Festival. Voglio migliorarmi sulla condizione radiofonica, e più avanti provare anche il mondo del doppiaggio, mi affascina tanto. 

Hai un sogno professionale che vorresti realizzare?

Ogni giorno porto avanti i miei sogni.. io sogno la mia vita.

Tuoi prossimi impegni? 

Ho in programma di trasferirmi a Milano, patria della moda ma anche della TV... ho dei progetti ma al momento non posso svelarli.

A chi vorresti dire Grazie?

A me, e a chi crede in me, a Mario (il mio papà) che mi ha dato gli strumenti e che ha sempre creduto in me. 

Quando non lavori quali sono i tuoi hobby?

Mi piace andare in palestra, mi rilassa, leggo libri, mi piacciono i romanzi. 

Fai collezioni?

Colleziono mucche e calamite.

Chi e cosa porteresti su un’isola deserta?

Porterei una coperta ... Chi ?! Forse nessuno, mi piacerebbe mettermi in discussione da sola ... 

La cosa più folle che hai fatto?

Ho provato il volo in parapendio ... e poi tante pazzie per amore.

La dichiarazione d’amore divertente che hai ricevuto?

Eh beh, di strane e simpatiche c'è ne sono diverse, poi oggi sui social, se ne leggono di veramente carine.

Hai un sassolino nelle scarpe che vorresti toglierti?

Si...più di uno in realtà. Ma non sono vendicativa, amo l'arte dell'indifferenza. 

Cosa ne pensi di tutti questi reality televisivi? Ci andresti? Se si, a quale?

Ho provato l'ebbrezza di essere quasi in casa del Grande Fratello. Sono stata una riserva per anni. Ma se proprio dovessi scegliere, vorrei provare “L'isola dei famosi”, oppure anche “Donna avventura”.

Parliamo un po’ di Roma. Quando sei stata nella capitale la prima volta e come ricordi l’impatto?

Sono stata da piccola. Roma è la Città Eterna, mi affascina ed io mi sento come a casa. In realtà amo la mia Sicilia, ma per ciò che è il mio essere, la mia predisposizione al crescere in questo mondo professionale, mi sta un po’ stretta. 

Ti piace la cucina romana? 

Amo la pizza a metro. Ma io sono una buona forchetta e amo tutto ciò che è cibo, tranne la carne.

Hai una trattoria preferita?

Mi piace andare spesso zona Fiumicino o ad Ostia a gustare del buon pesce. 

C’è un angolino romano che ami particolarmente?

Ogni volta che vengo a Roma devo passare da piazza di Spagna, sedermi sulla scalinata di Trinità dei Monti e pensare. Sono molto riflessiva. 

Qual è il fascino di Roma?

Roma è magica, di giorno, di notte, quando piove ... io la amo. 

A parte il traffico e i rifiuti, cosa ti dà più fastidio di Roma?

La mentalità un po' del centro sud ... è la capitale e non può permetterselo. 

Tradiresti la tua città per venire a vivere a Roma?

Se Roma mi desse delle buone opportunità lavorative, mollo tutto anche domani.