Vittorio Sgarbi (Critico d’arte, Professore di storia dell'arte e politico) Roma 2.12.2013

                           Intervista di Gianfranco Gramola

Un Professore che sa spiegare l’arte con una parlantina comprensibile e coinvolgente

Biografia tratta dal sito ufficiale www.vittoriosgarbi.it    

Vittorio Umberto Antonio Maria Sgarbi nasce a Ferrara il giorno 8 maggio 1952. Laureato in filosofia con specializzazione in storia dell’arte presso l’Università di Bologna. È funzionario – storico dell’arte direttore coordinatore – assegnato alla Soprintendenza ai beni artistici e storici di Venezia. Saggista e conduttore televisivo.

Le pubblicazioni sull’arte e sulla critica d’arte di Vittorio Sgarbi:

Carpaccio (1979, pubblicato anche negli Stati Uniti e in Francia) - Palladio e la Maniera (1980) - Gnoli (1983) - I capolavori della pittura antica (1984) - Tutti i musei d'Italia (1984) - Antonio da Crevalcore e la pittura ferrarese del Quattrocento a Bologna (1985) - Carlo Guarienti (1985) - Il sogno della pittura (1985, premio Estense 1985)-  Mattioli (1987) - Rovigo. Le chiese. Catalogo dei beni artistici e storici (1988) - Soutine (1988) - Storia universale dell'arte (1988) - Davanti all'immagine (1989, premio Bancarella 1990) - Giovanni Segantini, i capolavori (1989), Reverdito Editore - Il pensiero segreto (1990) - Botero (1991) - Dell'Italia. Uomini e luoghi (1991, premio Fregene 1991) - Roma: dizionario dei monumenti italiani e dei loro autori (1991) - Arturo Nathan. Illusione e destino (1992) - Lo Sgarbino. Dizionario della lingua italiana (1993) - Le mani nei capelli (1993) - Lezioni private (1996) - A regola d'arte. Libri, quadri, poesie: nuove lezioni sul bello  (1998) - Alfredo Protti (1998) - Aroldo Bonzagni. Pittore e illustratore (1887-1918). Ironia, satira e dolore (1998) - Gli immortali (1998) - La casa dell'anima. Educazione all'arte (1999) - Notte e giorno d'intorno girando (1999) - Giotto e il suo tempo (2000) - Le tenebre e la rosa. Un'antologia (2000) - Onorevoli fantasmi. Due anni di polemiche parlamentari (2000) - Balthus (2001) - Elogio della medicina di Jacovitti (2001) - Percorsi perversi (2001) - Giorgio De Chirico. Dalla Metafisica alla "Metafisica". Opere 1909-1973 (2002) - Il Bene e il Bello. La fragile condizione umana (2002) - Il sogno della pittura. Come leggere un'opera d'arte (2002) - Kossuth. Wolfgang Alexander Kossuth 1982-2002 (2002) - La stanza dipinta. Saggi sull'arte contemporanea (2002) - Da Giotto a Picasso (2003) - La ricerca dell'identità da Antonello a De Chirico (2003) - L'Odéo Cornaro (2003) - Parmigianino (2003) - Scaramuzza (2003) - Un paese sfigurato. Viaggio attraverso gli scempi d'Italia (2003) - Andrea Palladio. La luce della ragione. Esempi di vita in villa tra il XIV e XVIII secolo (2004) - Dell'anima (2004) - Gaspare Landi (2004) - Guercino. Poesia e sentimento nella pittura del Seicento (2004) - Le ceneri violette di Giorgione. Natura e Maniera tra Tiziano e Caravaggio (2004) - 'San Giuseppe con il bambino' di Giovan Battista Piazzetta (2004) - Un capolavoro di Rubens. L'adorazione dei pastori (2004) - Aroldo Bonzagni (2005) - Caravaggio e l'Europa. Il movimento caravaggesco internazionale da Caravaggio a Mattia Preti (2005) - Catalogo generale delle opere di Vincenzo Napolitano. 1. (2005) - Catalogo generale delle opere di Antonio Nunziante. 3. (2005) - Davanti all'immagine (2005) - I giudizi di Sgarbi. 99 artisti dai cataloghi d'arte moderna e dintorni (2005) - Il ritratto interiore da Lotto a Pirandello (2005) - Monteforte. Paesaggi della memoria (2005) - Ragione e passione contro l'indifferenza (2005) - Vedere le parole. La scrittura d'arte da Vasari a Longhi (2005) - Le meraviglie della pittura tra Venezia e Ferrara dal Quattrocento al Settecento (2006) - Francesco del Cossa (2007) - Clausura a Milano (e non solo). Da suor Letizia a Salemi (e ritorno) (2008) - L'Italia delle meraviglie. Una cartografia del cuore (2009) - Donne e dee nei musei italiani (2009) - Klaus Karl Mehrkens: opere 1983-2008, Protagon Ed., Siena 2009 - Viaggio sentimentale nell'Italia dei desideri (2010) - Lo stato dell'arte-State of the Arts (2011) - L'Italia delle meraviglie (2011) - Le meraviglie di Roma. Dal Rinascimento ai giorni nostri (2011) - Piene di grazia. I volti della donna nell'arte (2011) - L'ombra del Divino nell'arte contemporanea (2012) - L'arte è contemporanea. Ovvero l'arte di vedere l'arte (2012) - Nel nome del Figlio. Natività, fughe e passioni nell'arte (2012) - Dell'arte e dell'amore. Gli ultimi giorni del Parmigianino (2003)

Profilo politico

Incarichi istituzionali ed attività parlamentare
Nella XI legislatura ha fatto parte della Commissione Cultura, scienza e istruzione e della Commissione Stragi. Nella XII legislatura è stato Presidente della 7° Commissione Permanente – cultura, scienza e istruzione ed ha fatto parte della Giunta per le autorizzazioni a procedere.
Inizialmente iscritto al Gruppo di Forza Italia, è passato al Gruppo Misto. Primo firmatario di 10 proposte di legge in materia di: celebrazioni per il quinto centenario della morte di Angelo Poliziano; concessione di un contributo da parte dello Stato a favore dell’associazione nazionale “Italia nostra”; riforma delle Accademie di belle arti, dell’Accademia nazionale di danza, dell’Accademia nazionale di arte drammatica, degli istituti superiori per le industrie artistiche e dei conservatori di musica; celebrazioni per il quinto centenario della morte di Cosmé Tura; celebrazione del quarto centenario della morte di Torquato Tasso; ricostruzione della Torre Civica di Pavia; sostegno della esposizione “La città del cinema”, realizzata dall’Ente cinema Spa in occasione del centenario del cinema; provvedimenti urgenti per l’Ente autonomo la Triennale di Milano; tutela del diritto alla salute delle persone sottoposte a misure privative o limitative della libertà; norme per l’accoglienza del neonato. Cofirmatario di 35 proposte di legge, ha presentato interpellanze e 36 interrogazioni. Nella XIII legislatura ha fatto parte della 3° Commissione permanente – affari esteri e comunitari. È stato eletto deputato al Parlamento Europeo il 13 giugno 1999. È stato eletto Consigliere della Regione Sardegna il 13 giugno 1999.

Precedenti consultazioni elettorali

Eletto Deputato, dopo le consultazioni politiche del 5-6 aprile 1992, nella Circoscrizione Sassari-Nuoro-Oristano, con 11.438 voti di preferenza. Rieletto nelle consultazioni del 27-28 marzo 1994, nella lista di Forza Italia per il riparto proporzionale dei seggi, nella XXIII Circoscrizione Calabria.

Nel 1992 è stato eletto deputato al Parlamento italiano e nel dicembre 1992 è stato eletto Sindaco del Comune di San Severino Marche. È stato Presidente della VII Commissione Cultura, Scienze e Istruzione della Camera dal giugno 1994 al giugno 1996.

È stato eletto deputato al Parlamento Europeo il 13 giugno 1999.

È stato eletto deputato al Parlamento italiano il 13 maggio 2001 ed è stato Sottosegretario ai Beni Culturali.

È dal 2005 Alto Commissario per la valorizzazione della Villa Romana del Casale di Piazza Armerina (EN).

È componente della Commissione consultiva del Prefetto per la Cattedrale di Noto (SR).

È stato da Maggio 2006 a Maggio 2008 Assessore alla Cultura del Comune di Milano.

Il 30 giugno 2008 è stato eletto Sindaco del Comune di Salemi (TP).

Da Giugno 2010 è Soprintendente del Polo Museale di Venezia.

Ha detto:

- Ciò che mi ha guidato nella mia lunga carriera di insultatore è il principio democratico di non considerare nessuno indegno della mia ira.

- Michele Santoro mi ha censurato. Perché lui accusa Berlusconi di essere un dittatore,  ma il dittatore è lui. Il vero Berlusconi è lui.

- Il più bravo a far cultura in Tv è senz’altro Enrico Grezzi. “Blob” è un’impresa estetica degna della Pop Art.

- Ci sono progetti che si possono realizzare senza intralciare il lavoro di chi governa la città. Le chiese, per esempio. O fare pellegrinaggi nella città eterna, viagginel tempo. Cinque percorsi Si parte con le chiese romaniche, poi quelle rinascimentali, barocche, neoclassiche. E’ un capitale di storia non sfruttato.  

Curiosità

- Collabora con “Bell’Italia”, “Il Giornale”, “L’Espresso”, “Panorama”, “Restauro & Conservazione”, “Oggi”, “Arte e Documento”.

- Il personaggio Insulto Ingiuria della serie a fumetti Alan Ford è palesemente ispirato a Vittorio Sgarbi.

- Ha svolto l’insegnamento di storia delle tecniche artistiche presso l’Università di Udine (1984-1988) e l’insegnamento di storia della fotografia presso l’Università di Bologna (1974-1978).

- Assieme ad altre "celebrità" nel 1998 ha partecipato con un cameo al film Paparazzi di Neri Parenti.

- E’ accademico dell’Accademia Georgica di Treia e della Rubiconia Accademia dei Filopatridi. È commendatore dell’Ordine di San Maurizio e Lazzaro.

È Presidente del Comitato Nazionale delle Celebrazioni su Mattia Preti.

È stato membro della Commissione delle attività culturali del Comune di Cremona.

È stato membro della Commissione per le attività Culturali del Comune di Lecce.

È stato Commissario per le arti e il restauro architettonico della città di Padova di cui ha curato i cataloghi sulle mostre di Giotto e di Donatello.

È stato direttore del Festival Teatrale di Asti nell’anno 2000.

È Presidente del Comitato Nazionale per le celebrazioni del V° centenario della nascita di Francesco Mazzola detto il Parmigianino.

È Presidente del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del V centenario della morte di Andrea Mantegna.

Nel mese di gennaio 2003 è stato nominato, con decreto ministeriale, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Urbino.

intervista

Quando è venuto a Roma la prima volta e in quale occasione?

Nel 1963 per vedere la Cappella Sistina con mio zio.

Quali sono state le sue abitazioni romane e attualmente in che zona vive?

Ho vissuto all’Hotel Majestic dal 1989 al 1997; a Palazzo Pamphili fino al 2005. A Palazzo Massimo fino ad oggi. 

Attualmente com’è il suo rapporto con Roma?

Positivo.

Le piace la cucina romana?

Molto.

Trattoria preferita?

Terra di Siena (piazza Pasquino, 77 ndr.).

C’è un angolino romano che ama particolarmente? Se si, perché?

Piazza Margana, perché mi ricorda lo scrittore Pietro Paolo Trompeo (Roma 2 dic. 1886 – Roma 7 giugno 1958, ndr.).

Com’ è cambiata Roma negli ultimi anni?

E’ più disordinata.

A Roma si fa cultura?

Episodicamente, e in luoghi inattesi.

Le piace il romanesco? (cosa ne pensa delle poesie del Belli e di Trilussa)

Il romanesco mi appartiene poco, ma apprezzo l’acutezza del Belli e lo spirito di Trilussa.

Cosa ne pensa della chiusura alle macchine di via dei Fori Imperiali?

Un errore, ma ho nostalgia delle bighe.

Quali sono i problemi di Roma che più le stanno a cuore?

«La trascuratezza dei monumenti e la indifferenza per i musei»

Qual è il fascino di Roma?

E’ accogliente e piena di memorie vive.

Cosa le dà più fastidio di Roma?

La cattiva edilizia delle periferie.

In quale Roma del passato ti sarebbe piaciuto vivere e nelle vesti di chi?

In età barocca, nelle vesti di Flavio Chigi.

Roma, per un’artista, è fonte di ispirazione?

Solo se straniero.

Se lei avesse la bacchetta magica, cosa farebbe per migliorare Roma?

Le darei più luce di notte.

Cosa ne pensa del nuovo Papa?

E’ il primo Papa.